News from the Locarno Festival
 

Mike Medavoy

Mike Medavoy

Share:

© Brigitte Lacombe

Il Premio Raimondo Rezzonico per il Miglior Produttore indipendente sarà consegnato al
produttore americano Mike Medavoy, martedì 9 agosto alle 21:30 in Piazza Grande. Il giorno successivo, mercoledì 10 agosto, alle ore 10:30 presso lo Spazio Cinema (Forum), Jay Weissberg (Variety), modererà una discussione con il produttore.

In onore di Mike Medavoy verranno proiettati i seguenti film:

APOCALYPSE NOW REDUX di Francis Ford Coppola
Stati Uniti – 1979 – 202 min

DANCE WITH WOLVES (Balla coi lupi) di Kevin Costner
Stati Uniti/Regno Unito – 1990 – 181 min

ONE FLEW OVER THE CUKOO'S NEST (Qualcuno volò sul nido del cuculo) di Milos Forman
Stati Uniti – 1975 – 133 min

SHUTTER ISLAND di Martin Scorsese
Stati Uniti – 2010 – 138 min

Attivo nell’industria cinematografica da quasi quarant’anni, produttore di oltre trecento film, Mike Medavoy è uno dei grandi visionari del cinema americano. Dapprima agente (di Steven Spielberg, John Milius, Francis Ford Coppola, Terrence Malick, Monte Hellman, Brian De Palma, George Lucas, per citare alcuni nomi), quindi direttore di studios (United Artists, Orion, Tri-Star Pictures) e infine produttore (fondando la Phoenix Pictures), Medavoy ha scoperto e seguito i registi della Nuova Hollywood e i loro successori dalla fine degli anni ‘60 a oggi. E soprattutto, è sempre rimasto fedele a una certa idea di cinema, attratto più da autori e registi di grande personalità che dai blockbuster.

Il suo nome è associato a numerosi titoli importanti del cinema statunitense contemporaneo: Qualcuno volò sul nido del cuculo di Milos Forman (1975), Rocky di John G. Avildsen (1976), Io e Annie di Woody Allen (1977), Apocalypse Now di Francis Ford Coppola (1979), Terminator di James Cameron (1984), Balla coi lupi di Kevin Costner (1990), Platoon di Oliver Stone (1986), Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme (1991), La sottile linea rossa di Terrence Malick (1998)…

Questo rigore lo metterà in difficoltà negli anni Novanta, un decennio che a Hollywood vede trionfare i film a formula, i sequel dei grandi successi e le produzioni destinate agli adolescenti. Nel corso della sua carriera, Mike Medavoy non ha mai perso l’energia e il coraggio di produrre film arditi, sorprendenti e spesso ricompensati da un successo artistico e commerciale: la sua produzione più recente, il magnifico Black Swan di Darren Aronofsky (2010), ce lo conferma.

Olivier Père
Nützliche Links

Follow us