News from the Locarno Festival
 

Divi, promesse e speranze

Divi, promesse e speranze

Share:

Divi, promesse e speranze

Share:

Previous Next

Il ritorno dei blockbuster Usa su Piazza Grande. Un Concorso internazionale che allinea grandi nomi del cinema contemporaneo. La rivalutazione dei film di genere, filtrati attraverso le riletture eclettiche del presente. Una retrospettiva corposa perché gli schermi del passato di un grande autore come Vincente Minnelli possano giocare di sponda con le novità dell’oggi. E infine, la conferma - in ogni sezione del programma - di quel doppio sguardo locarnese che vuole rimanere cinefilo e insieme popolare, ma sempre pronto a frugare nei più fertili sottoboschi della scena indipendente a livello mondiale.

Questi, in breve, gli elastici tematici con cui Olivier Père ha voluto imbastire il suo bouquet di proposte cinematografiche per la 64° edizione del Festival del film Locarno che prenderà il via il prossimo 3 agosto.

Un’edizione che si trasformerà – a immagine e somiglianza della sua piazza principale – in un luogo di scambio e incontro. Il tutto arricchito da una cavalcata di grandi ospiti internazionali. Si va dai divi targati Hollywood come Harrison Ford, Daniel Craig, Olivia Wilde ai grandi alfieri del cinema europeo come Bruno Ganz, Claudia Cardinale, Ingrid Caven, Claude Goretta, passando per le personalità dei vari Hitoshi Matsumoto, Daniel Brühl, Guy Bedos, Kati Outinen, Pierre Richard, Maribel Verdú, Anri Sala e Nicolas Winding Refn.

Se poi a questi aggiungiamo i nomi pesanti e premiati di Abel Ferrara (Pardo d’Onore Swisscom) e Mike Medavoy (Premio Raimondo Rezzonico), così come gli arrivi a Open Doors di due padrini d’eccezione del cinema indiano come Kabir Bedi e Adoor Gopalakrishnan, il quadro complessivo che ne esce è il ritratto festoso e sfaccettato di una Locarno, decisa a farsi ancora una volta avamposto per escursioni cinematografiche votate alla scoperta e ancora in cerca di bussole d’esplorazione.

Il tutto, però, restando fedeli alla scelta di mantenere magro il numero dei film selezionati così come a quella di porsi come sismografo di riferimento per mutazioni e tendenze che attraversano i ciak scattati in ogni parte del mondo.

Lorenzo Buccella
Nützliche Links

Follow us