News from the Locarno Festival
 

È un inizio sparato: quando le star giocano con il fuoco

È un inizio sparato: quando le star giocano con il fuoco

Share:

Previous Next

La ricetta ha gli ingredienti d'impatto dell'action-movie hollywoodiano. Quelli che sanno invadere ogni millimetro del maxischermo di Piazza Grande, per mescolare un cocktail visivo fatto di pistolettate, inseguimenti e colpi di scena che dirottano suspense e attenzioni del pubblico. Tredici anni fa, il regista Baltasar Kormákur ci aveva trasportato tra le nevi grottesche della sua Islanda, con una pellicola d'esordio, 101 Reykjavik che, oltre a scaraventarci in un mondo stralunato fatto di alcool, sesso e flamenco, segnò il suo trampolino di lancio internazionale. Ora, Kormákur ritorna sulla scena del delitto locarnese", ma lo fa dopo quel lungo balzo di carriera che lo ha fatto atterrare negli Stati Uniti e dirigere, come in questo 2 Guns, un cast che è tutto un cielo di stelle.

Mettete fianco a fianco agenti mascherati da criminali come Denzel Washington e Mark Wahlberg. Inseriteci di mezzo la figura femminile Paula Patton. E poi lasciateli frizionare all'interno di un groviglio narrativo in cui i rapporti tra buoni e cattivi si mangiano i confini, ribaltando aspetti esteriori e diffidenze che finiscono per arrivare a testacoda imprevedibili. Storia di dollari che scappano, lotte contro i cartelli della droga messicana, il tutto condito da quelle schegge d'ironia che si grattugiano nel pentolone adrenalinico con cui il film mette a fuoco anche un suo cuore "politico": quando la corruzione dilaga nelle istituzioni, l'abuso di potere diventa prassi quotidiana.

Lorenzo Buccella
Nützliche Links

Follow us