News from the Locarno Festival
 

Amnesia – Quando la storia va in loop

A still from “Amnesia” by Barbet Schroeder

Share:

Il bagliore del tempo sospeso di un’isola. E il tempo rimosso della Storia che lentamente corrode dal dentro le immagini da cartolina, caricando il suo tic tac d’angoscia che avvicina cose lontane. Del resto, che il cinema discordante di Barbet Schroeder spinga a stretto contatto contraddizioni e antinomie non è una novità. Qui, tra la vacanza perpetua delle case bianche di Ibiza e gli strapiombi sul mare, la giovinezza e la maturità, così come gli albori della techno music vis-à-vis alla musica classica di un violoncello, sono le frizioni che fanno montare lo scontro principale tra un passato e un presente, mondi divisi solo dal diaframma delle “amnesie” che danno il titolo al film.

È il senso tragico di una ciclicità che nuota nelle coscienze e che qui parte da un punto preciso della storia. Siamo qualche mese dopo la caduta del muro di Berlino, ma i drammi che tornano a galla continuano a risalire verso l’eterno ritorno degli orrori nazisti.

Marthe Keller è infatti una signora, scappata lontano dal suo paese in una condizione d’esilio radicale al punto di autoimporsi anche il divieto di parlare la sua lingua madre. Il rifiuto del tedesco diventa così il rifiuto del mondo che porta con sé, una chiusura che l’arrivo nella casa a fianco di un giovane DJ di Berlino (Max Riemelt) inizia gradatamente a incrinare.

L’innamoramento platonico dei due, però, più che nella parole s’infila nei tanti non detti che si fanno trama visiva a una quotidianità altra, quasi sottratta all’azione e sospesa tra vaghe minacce, capace di far traslocare una dimensione da dramma da camera sul fondale di una natura il cui carattere scintillante ne rende irreali i contorni.

Lo spazio, insomma, di un’ambiguità angosciante dove il gioco di specchi è sempre sul punto di rovesciare i suoi contrasti, proprio come nei movimenti a loop della musica elettronica che cattura e mette in circolo i suoni dell’ambiente circostante.     

Lorenzo Buccella
Nützliche Links

More info

Jobs
Contacts

Follow us