News from the Locarno Festival
 

Francis Borghi, un pioniere tra cinema, radio e TV

Francis Borghi, un pioniere tra cinema, radio e TV

Share:

Francis Borghi, un pioniere tra cinema, radio e televisione, grazie all’acquisizione del fondo documentario del produttore e regista di Eve (1939) da parte della Biblioteca Cantonale di Locarno, riscopriamo anche le origini della nascita del nostro amato Festival nel 1946! 

Francis Borghi avrebbe compiuto 100 anni questo 5 dicembre 2016. E lo si ricorda attraverso l’acquisizione da parte della Biblioteca Cantonale di Locarno delle carte che ha lasciato. E grazie a queste carte riscopriamo anche il lavoro di Borghi, che ha creato il terreno fertile a Locarno sul quale è potuto nascere il nostro Festival. 

Il giornalista e critico d'arte Dalmazio Ambrosioni lo descrive molto bene, ricordandoci le parole di Virgilio Gilardoni nel suo Saggio critico per i 40 anni del Festival:

 “…A Locarno il cinema non lo si guardava solo nelle tre sale dei Cinema riuniti e dell’Oratorio, ma lo si faceva. La Locarno Films ed Eve ne sono la più consistente testimonianza. In pratica Borghi con la Locarno Films opera in quell’ambiente e riunisce quelle entità sia fisiche, come André Mondini, che istituzionali come la Pro Locarno, che saranno nel 1946 alla base della nascita del Festival internazionale del film. Sarà proprio André Mondini, attore in Eve e amico di Borghi, proprietario delle tre sale cinematografiche di Locarno, a ricevere per telefono la notizia della bocciatura del referendum luganese sui lavori nel Parco Civico di Lugano per accogliere la Rassegna internazionale del cinema, a rilanciare presso Raimondo Rezzonico prima e poi da Riccardo Bolla, direttore dell’Ente turistico  di Locarno, l’idea di «fare noi» un Festival del film”.

(cfr. Dalmazio Ambrosioni “Locarno Città del cinema” 1998, Armando Dadò Editore). 

Nützliche Links

Follow us