News from the Locarno Festival
 

Signs of Life diventa competitiva

A scene of "Ascent" by Fiona Tan, a film of the last edition of Signs of Life

Share:

Il Locarno Festival conferma la sua anima pionieristica e volta al futuro con Signs of Life, sezione che si propone d’indagare i territori di frontiera della settima arte, che da quest’anno diventa competitiva.

Nata nel 2014 come sezione fuori concorso, Signs of Life, sezione che indaga i territori di frontiera della settima arte tra forme narrative inedite e innovazione del linguaggio cinematografico, grazie al successo riscontrato negli ultimi anni diventa competitiva. Il premio, della somma di 5000 CHF, è stato reso possibile grazie al sostegno della electronic-art.foundation di Zurigo, fondazione che ha come missione quella di sostenere progetti culturali innovativi a livello internazionale. 

Tra i film presentati nelle scorse edizioni ricordiamo A Spell to Ward Off the Darkness di Ben Russell e Ben Rivers (2013), vincitore anche al Torino Film festival; La academia de las musas di José Luis Guerin (2015), presente e vincitore in diversi festival come il Lisbon & Estoril Film Festival e il Seville European Film Festival; L’infinita fabbrica del Duomo di Martina Parenti e Massimo D’Anolfi (2015) e Ascent di Fiona Tan (2016).

Nützliche Links

Follow us