News from the Locarno Festival
 

Poker d'assi. Italiani

Poker d'assi. Italiani

Share:

Anche quest'anno la collaborazione tra il Locarno Festival e l'Istituto Italiano di Cultura di Zurigo ha portato i suoi frutti. Quattro per la precisione, e ovviamente rigorosamente made in Italy. Il cinema italiano ha cavalcato Locarno70 dal primo all'ultimo giorno. Anzi, a dire il vero ha cominciato prima di tutti gli altri. Già agli sgoccioli di luglio, nei giorni di prefestival, l'Italia ha risposto presente con il nuovo ultimo lavoro di Marco Tullio Giordana, Due soldati, che ha permesso al maestro italiano di tornare a Locarno 37 anni dopo il Pardo d'oro vinto nel 1980 con Maledetti vi amerò.

Piazza Grande è stato teatro pure per Francesca Comencini, che il 6 agosto ha presentato al pubblico di Locarno Amori che non sanno stare al mondo, tratto dal suo omonimo libro, con Lucia Mascino, Thomas Trabacchi, Carlotta Natoli, Iaia Forte, Valentina Bellè e Camilla Semino Favro.

Debutto alla regia e dunque protagonista del Concorso cineasti del presente Andrea Magnani, che con Easy, co-produzione italiana-ucraina e interpretato da Nicola Nocella, ha strappato applausi e risate nel corso di tutte le proiezioni in programma.

Quarto ma non ultimo Granma, di Daniele Gaglianone e Alfie Nze, altra storia di viaggio, ma decisamente su altre corde e presentato a Locarno70 nella sezione Fuori concorso.

Nützliche Links

Follow us