News from the Locarno Festival
 

Open Doors 2019

Selezionati gli otto progetti e i nove produttori per Open Doors Hub&Lab

Open Doors 2019

Share:

Open Doors inaugura il suo nuovo focus triennale (2019 – 2021) dedicato al Sud-Est asiatico (Laos, Tailandia, Cambogia, Vietnam, Myanmar, Indonesia, Malesia, Filippine) e alla Mongolia, presentando sulla piattaforma internazionale del Locarno Film Festival nove produttori emergenti e otto progetti di lungometraggi alla ricerca di partner internazionali. Tra i selezionati spiccano nomi conosciuti sulla scena internazionale e talenti appartenenti alla giovane generazione.
 

Lili Hinstin, Direttrice artistica del Locarno Film Festival: “La ricerca di nuovi talenti e il sostegno alla giovane creazione così cara al Locarno Film Festival è al centro della missione di Open Doors. La nuova regione che stiamo esplorando, il Sud Est asiatico, ha visto nascere alcuni dei più grandi registi contemporanei e ancor oggi una nuova ondata sta emergendo: una gioventù con una sorprendente energia creativa, nonostante tutti gli ostacoli. Il Locarno Film Festival è orgoglioso di contribuire al suo sviluppo.
 

L'edizione 2019 di Open Doors dedicherà un posto d'onore ai giovani registi e alle donne: un segnale promettente quello di accogliere il prossimo agosto una maggioranza di donne produttrici che lavorano in modo così significativo nel Sud-Est asiatico e in Mongolia per fare emergere nuovi talenti e per dare maggiore visibilità agli artisti della regione. La loro forte presenza nell'Hub e nel Lab sarà sicuramente notata grazie a interessanti personalità come le esperte produttrici vietnamiti e malesi Tran Thi Bich Ngoc (The Third Wife, 2018) e Nandita Solomon (Interchange, Piazza Grande 2016) e la giovane birmana Khin Warso scoperta a Yangon durante il workshop MSF del MEMORY! International Film Heritage Festival ”. Sophie Bourdon, Responsabile Open Doors e Vice responsabile Locarno Pro.

 

Open Doors Hub 
8 – 13 | 8 | 2019

Gli otto progetti selezionati per la piattaforma di coproduzione Open Doors Hub 2019 provengono da sette paesi diversi, a testimonianza della grande diversità cinematografica del Sud-Est asiatico e della Mongolia. Accanto a registi di fama internazionale come il regista tailandese Aditya Assarat (In The Town, 2007) accompagnato dal suo produttore Fran Borgia, vincitore del Pardo d'oro nel 2018, il regista vietnamita Chuyen Bui Thac (Adrift, 2009), il filippino Petersen Vargas (2 Cool 2 Be 4gotten, 2016) e il laotiano Anysay Keola (At the Horizon, il primo thriller laotiano diretto nel 2012), anche delle giovani voci, impegnate nelle molteplici realtà delle loro società, che potranno presentare i loro primissimi progetti di lungometraggio. Tra i selezionati, la regista malese Amanda Eu, che ha frequentato la Locarno Filmmakers Academy nel 2018, la mongola Zoljargal Purevdash, il vietnamita Lan Pham Ngoc e l'indonesiano Makbul Mubarak.
 

Open Doors Lab
8 – 13 | 8 | 2019

Open Doors Lab, incubatore per la nuova generazione di produttori creativi, riunirà nove giovani provenienti da sette diversi paesi del Sud-Est asiatico e della Mongolia, attivi sulla scena cinematografica indipendente. 
 

Open Doors Screenings
7 – 17 | 8 | 2019

La sezione si compone infine anche degli Open Doors Screenings, una selezione di cortometraggi e lungometraggi che vuole introdurre la cinematografia della regione al pubblico e ai professionisti del Locarno Film Festival. Dal 7 al 17 agosto, la sezione presenterà film provenienti da Laos, Tailandia, Cambogia, Vietnam e Mongolia. Il programma completo sarà svelato a metà luglio durante la conferenza stampa ufficiale del Locarno Film Festival.
 

Open Doors è un’iniziativa organizzata da Locarno Pro del Locarno Film Festival e gode del sostegno e della collaborazione di numerose organizzazioni europee e internazionali tra cui la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento Federale degli Affari Esteri, la Città di Bellinzona, Visions sud est,  CNC, Arte, Sørfond, Rotterdam Lab, TorinoFilmLab, il Festival internazionale del cortometraggio di Winterthur, ACE Producers, EAVE, EURODOC, FestivalScope, LIM/Groupe Ouest, Produire au Sud/Festival des Trois Continents, SEAFIC, ACM (Arts Council of Mongolia) e la Cambodia Film Commission.
 

Oltre al sostegno di partner internazionali, Open doors collabora con festival e organizzazioni locali. Tra questi ci sono l'Ulaanbaatar International Film Festival (UBIFF) e l'Arts Council of Mongolia, l'Autumn Meeting in Vietnam, il South East Asia Fiction Film Lab (SEAFIC) in Thailandia, MEMORY! International Film Heritage Festival & Myanmar Script Fund a Yangon, PAUSE 2018 a Luang Prabang (Laos), Q Cinema nelle Filippine, Jogja-NETPAC Film Festival in Indonesia e il Bophana Center.


La sezione Open Doors beneficia anche del prezioso contributo di Paolo Bertolin, programmatore di festival ed esperto di cinema nella regione Asia-Pacifico, oltre che di altri cinque professionisti svizzeri e internazionali. Tutti hanno partecipato alla selezione dei progetti e dei partecipanti di Hub e Lab e saranno attivamente coinvolti nelle varie attività di Open Doors come consulenti e matchmakers.

 

La Brochure e il comunicato stampa sono disponibili al seguente link: Brochure Comunicato stampa

Nützliche Links

Follow us