News from the Locarno Festival
 

Nuova luce per il Locarno Garden la Mobiliare

Una delle amate location del Festival rinasce al Castello Visconteo

The Castello Visconteo

Share:

Sandra Knecht

Share:

© Arpad Anderegg

Kerim Seiler

Share:

© Chris Saunders

Maya Rochat

Share:

© Darek Szuster

Carlotta Zarattini and Elise Lichtenstern, of Turba

Share:

© Michael Calabrò

Locarno Garden la Mobiliare

Share:

Previous Next

Nuova luce, stesso Garden. Protagonista delle ultime due edizioni del Locarno Film Festival, il Locarno Garden la Mobiliare cambia casa e raddoppia le emozioni. Rinato e amato nel 2017 al Parco Balli, a Locarno72 il loft del Festival sboccerà al Castello Visconteo, in una location incredibile e con un programma imperdibile, dal 6 al 17 agosto.

Arte, cibo e relax, il mood di uno dei luoghi di ritrovo più amati dal pubblico del Festival sarà più o meno questo, lasciando ovviamente il giusto spazio alle sorprese. Ormai appuntamento fisso delle serate di Festival, il Locarno Garden alloggerà in un Castello illuminato di luce nuova, pensata e curata dall'artista losannese Maya Rochat, Prix Mobilière 2019, che ha saputo conquistare la Tate Modern di Londra e che il 12 agosto si esibirà dal vivo proprio al Castello Visconteo che ha voluto e saputo ridisegnare con la luce. Di Rochat sarà possibile visitare la mostra di alcune sue opere allestita nei sotterranei del Castello. Altro tocco sarà poi quello di Kerim Seiler, già protagonista del padiglione del Locarno Garden la Mobiliare negli ultimi due anni e padrone della scenografia anche a Locarno72.

Da una conferma all'altra, impensabile rinunciare al sound ritmato dal collettivo di Lugano Turba, curatore, grazie a Carlotta Zarattini, Elise Lichtenstern e Tom Alemanno del programma musicale del Garden, che vivrà ogni sera tra DJ e band.

Deliziosa novità del Locarno Garden la Mobiliare di Locarno72 sarà il ristorante pop-up dell'artista e chef basilese Sandra Knecht, alchimista dello slow-food che insieme a Moritz Stiefel, del ristorante gourmet Stiefels Hopfenkranz di Lucerna, offrirà ogni sera un viaggio culinario all'insegna delle emozioni del gusto.

"Come per tutti i nostri impegni nel sociale, il nostro obiettivo è quello di contribuire a modellare un futuro positivo", afferma Dorothea Strauss, responsabile Corporate Social Responsibility de la Mobiliare, partner strategico del Festival. "Dopo il successo degli ultimi due anni, bloccati da un ricorso, abbiamo cercato alternative - le fa eco Raphaël Brunschwig, Direttore operativo del Locarno Film Festival - Grazie alla collaborazione con il Municipio di Locarno, siamo felici di proporre questo nuovo progetto, frutto dell’innovativo legame tra i valori del Festival e de la Mobiliare , al Castello Visconteo".

A conferma della sensibilità artistica con cui la Mobiliare vive la sua partnership con il Locarno Film Festival, la compagnia ha ideato e realizzato la proprio campagna per Locarno72 con il fotografo e regista Peter Lindbergh che ha congelato con i suoi scatti l'ispirazione e l'emozioni di otto professionisti della cultura al lavoro.

Anche quest'anno infine allo Spazio Cinema il 15, il 16 e il 17 agosto la Mobiliare offrirà tre momenti di incontro e confronto per il pubblico con altrettanti prestigiosi ospiti che si interrogheranno su temartiche legate al futuro.

Qui tutte le informazioni sul Locarno Garden la Mobiliare e sul suo programma.

 

Nützliche Links

Follow us