News  ·  02 | 08 | 2018

Memorie del sottosuolo

Jiao qu de niao (Suburban Birds) - Concorso Cineasti del presente

La prima immagine di Jiao qu de niao (Suburban Birds) di Qiu Sheng è il mascherino di uno strumento di misurazione della tenuta del sottosuolo. La macchina sembra circoscrivere la realtà e al tempo stesso saggiarne l’illusorietà. Tutto intorno si allunga una zona periferica colpita da recenti cedimenti e frane, e la cui precarietà sembra mettere in discussione i margini stessi dell’immagine. Il gruppo di ingegneri chiamato a verificarne l’assetto dà inizio a una detection dai caratteri quasi fantastici: non solo devono ricostruire i fatti, ma letteralmente predire il futuro. Per il capo ingegnere Xia Hao il territorio diventa investigazione dei lacerti temporali di epoche passate, che stranamente sembrano custoditi nei tunnel vicini al collasso o emergere tra le crepe delle case abbandonate. Lo spazio e il tempo subiscono piccoli inavvertiti crolli, e un diario ritrovato tra le macerie conduce Hao a scoprire l’avventura di un gruppo di bambini in questi stessi luoghi, molto tempo fa, e alla storia della sparizione di uno di loro. Qui, grazie al tocco magistrale e poetico del regista Qiu Sheng, Jiao qu de niao accede a una dimensione ulteriore, varca una soglia sconosciuta. I due piani narrativi si sfiorano e procurano un’ultima frana. Passato e presente sembrano profetizzarsi a vicenda, convergere e infine convivere nel medesimo nucleo spaziale. I bambini di un tempo raggiungono Hao e gli dicono qualcosa sul suo futuro. Tutto si contrae e si espande in questa bellissima opera prima, l’immagine stessa non accetta contorni predefiniti e non teme di colare a picco in cerca di una nuova identità.