I segreti della regione

Sfruttate al massimo la vostra presenza al Locarno Festival 2018 con le numerose attrazioni che la regione del Lago Maggiore e le sue valli hanno da offrire. Oltre a una selezione esclusiva dei migliori indirizzi per mangiare, bere, ballare e fare shopping, la nostra guida vi accompagnerà alla scoperta dei luoghi più spettacolari e delle idee più divertenti per restare in forma, garantendovi un’indimenticabile esperienza a 360 gradi! 

Walking in the mountains and valleys

Share:

Camminando tra monti e valli

Dalla spiaggia con le palme alle falde del ghiacciaio in meno di 40 chilometri: questa è la distanza che separa il lungolago di Ascona da San Carlo nell’alta Val Bavona. Da San Carlo con la funivia in soli 15 minuti si raggiungono i 1900 metri di quota nella splendida zona di Robiei ai piedi del ghiacciaio del Basodino, il più grande del cantone. Uno spettacolare paesaggio di alta montagna che attira annualmente 20'000 visitatori.

Camminare nel panorama alpino: la regione del Lago Maggiore offre 1400 chilometri di sentieri e percorsi per muoversi a piedi nella natura incontaminata e godere di una vista impressionante. Pernottare fuori dai centri urbani è possibile grazie alle oltre 30 capanne montane. Le occasioni non mancano per un piacevole picnic o un tuffo rinfrescante nel lago o in uno dei numerosi corsi d’acqua.

 

A geological panorama

Share:

Viste in prospettiva

Cimetta (1670 m) offre un’attrazione unica! Con il bel tempo, dall’alto della montagna locarnese sono visibili al contempo due estremi topografici: il punto più alto della Svizzera, la vetta del massiccio del Monte Rosa detta punta Dufour (4634 m), e quello più basso, Brissago ovvero il livello del Lago Maggiore
(193 m).

Nel punto più alto di Cimetta si trova l’osservatorio circolare, che permette di scoprire la genesi e l’evoluzione della montagna. Oltre a godere di una vista mozzafiato a 360 gradi su tutta la regione, si può distinguere persino la linea insubrica o periadriatica, la faglia che separa la parte settentrionale e quella meridionale delle Alpi a testimonianza della formazione geologica della catena alpina.

In mezzo al Lago Maggiore esiste un piccolo paradiso tropicale: le Isole di Brissago. Da maestosi alberi a felci rigogliose, nel Parco botanico del Cantone Ticino crescono oltre 1600 specie esotiche su una superficie di 25'000 m2. Solo la maggiore delle due isole, chiamata Isola Grande o Isola di San Pancrazio, è aperta al pubblico.

 

Authentic places with unique character

Share:

Un luogo autentico dal carattere unico

Il mercato che ogni giovedì anima la Piazza Grande di Locarno ha una lunghissima tradizione, le prime testimonianze risalgono infatti all’anno 1164. Il palazzo storico più antico di Locarno, costruito nel XIV secolo, è la Casa del Negromante, dove oggi trova posto un bar ristorante molto apprezzato dalla popolazione locale.

Un paradosso dei nostri tempi: in Val Bavona viene prodotta una gran quantità di energia idroelettrica, ma non c’è rifornimento elettrico per le case. Fino al 1950, la valle con i suoi dodici villaggi era raggiungibile unicamente per mezzo di una mulattiera. Con queste premesse la Val Bavona, che ormai non è più abitata tutto l’anno, ha mantenuto intatto fino ad oggi il suo carattere originario.

 

A treasure to discover!

Share:

Un tesoro da scoprire!

Ecco un modo speciale per esplorare la regione del Lago Maggiore: le audioguide vi informano sulla storia e le tradizioni del posto mentre passeggiate per la Città Vecchia di Locarno o il borgo di Ascona alla scoperta delle principali attrazioni turistiche. Potete ascoltare le audioguide online o scaricarle con l’app gratuita iziTravel.

Pronti per la caccia al tesoro? All’Ente turistico alla stazione di Locarno i bambini possono ritirare una mappa del tesoro. Risolvendo una serie di enigmi, si parte alla scoperta dei segreti della città. La caccia al tesoro inizia in Piazza Grande e dura circa due ore. Alla fine si riporta la mappa all’Ente turistico e chi ha risposto correttamente riceve un premio!

 

Idyllic, adventurous Valle Verzasca
© R.Mauderli

Share:

© R.Mauderli

Idillio e avventura in Valle Verzasca

Con i suoi tredici abitanti, Corippo è il comune più piccolo della Svizzera. Questo villaggio della Valle Verzasca, una manciata di cascine di pietra riunite intorno alla chiesa, ha mantenuto fino ad oggi il suo carattere originario. A gettare un ponte tra il passato e il futuro c’è il progetto «Albergo Corippo», che vuole trasformare l’intero villaggio in un albergo diffuso.

La diga della Verzasca misura 220 metri di altezza. Oltre ad essere tra le più alte d’Europa, è stata resa celebre dalla scena di apertura del film «Golden Eye» della saga di James Bond. Il salto di Pierce Brosnan con il bungee-jumping è considerato da molti come la migliore scena di stunt nella storia del cinema. In cima alla diga si trova l’impianto stazionario di bungee-jumping più alto del mondo.

 

A paradise for cyclists

Share:

Un paradiso per le due ruote

Una bella pista per biker esperti: dall’Alpe di Neggia nel Gambarogno un sigle trail tecnicamente difficile scende da 1300 m fino a Vira Gambarogno ad altezza lago. Il terreno è particolarmente ripido e insidioso nella prima parte, ma ripaga con una vista meravigliosa sul Lago Maggiore e il Piano di Magadino.

Il percorso cantonale ciclabile della Vallemaggia, insignito del Prix Velo 2016 per la mobilità ciclabile, è ben segnalata e adatta a tutti. Partendo da Locarno, la pista segue la sponda del Lago Maggiore e attraversa villaggi pittoreschi e natura incontaminata fino a Ponte Brolla, dove si addentra nella valle selvaggia e romantica che prende il nome dal più maestoso fiume del cantone, la Maggia.

 

Getting around on public transport

Share:

Movimento sostenibile

Mezzi di trasporto pubblici gratuiti e sconti su funivie, battelli e numerose attrazioni turistiche. Gli ospiti che pernottano almeno una notte in albergo, ostello o campeggio ricevono in omaggio il Ticino Ticket, un biglietto che non si può acquistare e che vale fino alla mezzanotte del giorno di partenza.

Un viaggio con la Centovallina sulla tratta ferroviaria Locarno-Domodossola è un’esperienza dai tratti nostalgici. Lungo i 52 chilometri del tragitto, le Centovalli fanno onore al loro nome con rigogliosi castagneti, ponti pittoreschi e gole profonde. Un paesaggio spettacolare che si trasforma di stagione in stagione.

 

Sun, sand and fresh water

Share:

Bagno di sole... e acqua dolce!

Un bagno rinfrescante nel lago o in un fiume cristallino, canyoning, wakeboarding, river rafting: la regione Ascona-Locarno è un paradiso per gli amanti degli sport acquatici. Per la vita da spiaggia ci sono i bagni pubblici e lidi davvero unici con noleggio di barche e pedalò.

La regione del Lago Maggiore offre divertimenti acquatici per tutte le età. Il Lido di Ascona vanta una delle spiagge di sabbia più lunghe della Svizzera, mentre nel parco ombreggiato da alberi secolari si trovano impianti sportivi, bar e ristoranti. Un’ampia offerta che non si rivolge solo agli sportivi acquatici, ma anche agli amanti del wellness.

 

Art and culture
© P. Musi

Share:

Arte e cultura

Per gli amanti dell’arte, la regione offre 22 musei, 7 teatri e oltre 40 gallerie d’arte. Entrata ridotta con il Cultural Pass Ascona-Locarno nelle istituzioni che partecipano all’iniziativa: nel primo museo si paga il biglietto intero, nei successivi si ottiene uno sconto del 20%.

Vi interessa l’architettura? Allora non perdetevi l’esposizione «Mario Botta. Spazio Sacro» alla Pinacoteca Comunale Casa Rusca di Locarno, aperta fino al 12 agosto. Il celebre architetto ticinese presenta per la prima volta 22 progetti realizzati in diversi paesi, tra cui Svizzera, Italia, Francia, Israele, Ucraina, Corea del Sud e Cina.

Su una sporgenza rocciosa sopra Locarno si erge il Santuario della Madonna del Sasso, il principale luogo di pellegrinaggio della Svizzera italiana. Da secoli i pellegrini visitano il Sacro Monte dove nel 1480 è stata riportata un’apparizione miracolosa della Vergine. Il Santuario della Madonna del Sasso è raggiungibile in pochi minuti da Locarno con la funicolare.

La cultura ha un indirizzo: via dei Cappuccini 8 a Locarno. Qui troviamo il Teatro Paravento, dove l’omonima compagnia teatrale organizza nell’arco di tutto l’anno un ricco cartellone di attività culturali che d’estate trovano spazio nell’incantevole giardino. In agosto, durante il Locarno Festival, il «Bistrot Paravento» propone musica dal vivo tutte le sere.

 

Specialties of local cuisine

Share:

Specialità culinarie

La pluralità del Ticino si riflette anche nella sua cucina. Dal ristorante gourmet al grotto, la gastronomia ticinese è caratterizzata da prodotti locali e da un savoir-vivre squisitamente mediterraneo. I grotti, locande di antica tradizione, servono le specialità del posto accompagnate da un buon goccio di vino.

Haute cuisine con firma ticinese: con passione e successo, gli chef reinterpretano la cucina regionale lombarda. Oltre 15 ristoranti della regione vantano stelle Michelin o punti Gault-Millau e oltre 20 sono menzionati in rinomate guide gastronomiche.

 

Liens utiles

Follow us