News from the Locarno Festival
 

Maestro del dramma d’Oriente

Maestro del dramma d’Oriente

Share:

Il filo rosso che da sempre unisce idealmente il Festival del film Locarno con la cinematografia d’Oriente si conferma anche quest’anno con l’omaggio a LI Han-hsiang, uno dei cineasti che fin dagli anni ’40 ha lavorato sulla definizione di un genere “aperto” come il melodramma. Con i suoi lungometraggi stilisticamente raffinati, spesso realizzati in scioltezza e assoluta libertà creativa, il regista/produttore è diventato una delle principali fonti d’ispirazione per la grande generazione del cinema di Hong Kong, quella di John Woo e Johnnie To.

Specializzato in drammi storici, LI Han-hsiang viene ricordato a Locarno attraverso la proiezione di due dei suoi lavori più apprezzati da critica e pubblico. Il primo è Dong nuan (The Winter, 1969). Il dramma è incentrato sulle difficoltà sentimentali di Wu, un uomo troppo timido per confessare il proprio amore alla sua vicina di casa Jin, donna che al contrario prende la vita di petto, forse anche troppo… Le vicissitudini dei due protagonisti si intrecciano in maniera imprevista e vibrante, in un crescendo emotivo di enorme potenza espressiva. Le altre pellicole che compongono l’omaggio al cineasta sono Feng yue qi tan (Legends of Lust, 1972), Jiang shan mei ren (The Kingdom and the Beauty) e il film a episodi Hsi nou ai le (Four Moods), di cui LI Han-hsiang ha composto la quarta parte, Felicità.

Adriano Ercolani
Liens utiles

Follow us