News from the Locarno Festival
 

Moda e abiti sulle ali di una farfalla

La scena è una di quelle classiche del cinema degli ultimi anni: una persona entra ed esce da un camerino indossando diversi abiti su una base musicale ritmata, in un'ellisse fatto di pose, sfilate e reazioni di chi attende oltre la tenda. È successo qualcosa di simile nella Boutique Farfalla di Locarno, una delle tre presenti in Ticino insieme alle sedi di Lugano e Ascona. Protagonista principale: Giada Marsadri, madrina del Festival.

“È andata proprio così – ricorda Geo Pini, responsabile delle boutiques – con Giada a provare un abito dopo l'altro e cinque persone a dare le loro opinioni”.

Obiettivo: scegliere gli abiti migliori per le undici serate in programma in Piazza Grande. “Prima del Festival ci siamo incontrati due volte con lei e ci siamo trovati subito d'accordo sul fatto di non scegliere abiti né troppo appariscenti, né troppo spenti. Alla fine, quindi, abbiamo selezionato degli abiti eleganti, classici, perfetti per Giada e il suo stile”.

Impreziosito dai gioielli Bucherer, il risultato è sotto gli occhi di tutti. Sera dopo dopo sera. “Per noi – conclude Pini – è un onore e un piacere collaborare con il Festival del film Locarno. Ma soprattutto, una grandissima opportunità”.


Per maggiori informazioni: http://www.boutiquefarfalla.ch/

Mattia Bertoldi
Liens utiles

More info

Jobs
Contacts

Follow us