La Retrospettiva di Locarno75

Douglas Sirk

A 125 anni dalla sua nascita e 35 dalla sua scomparsa, il pubblico di Locarno75 potrà riscoprire l’intera opera di un gigante del cinema classico americano: Douglas Sirk. Sarà lui il protagonista della Retrospettiva 2022, curata da Bernard Eisenschitz e Roberto Turigliatto. Nato a Amburgo e sepolto a Castagnola (Lugano), per trovare il tratto più lungo dell’indelebile traccia del cineasta tedesco di origini danesi bisogna però volare a Hollywood, di cui è stato tra i più prolifici e talentuosi interpreti del Novecento. Citando due dei suoi film che il pubblico potrà amare in agosto, il viaggio nella sua filmografia sarà una piacevole Tempesta d’estate o una Magnifica ossessione. La tempesta di un intellettuale che lasciò la sua terra rifiutando il nazionalsocialismo e la piacevole ossessione di un maestro europeo, di un talento del cinema e del teatro tedeschi capace di conquistare gli Studios dall’altra parte dell’Atlantico. 

"

Sirk Douglas ha saputo smontare le ipocrisie della società creando alcuni dei melodrammi più fiammeggianti e politici di tutti i tempi.

"

Quarantaquattro anni dopo la sua partecipazione a Locarno ci è sembrato indispensabile ritornare sull’opera di questo grande Maestro con una Retrospettiva completa per esplorarne tutta la complessità

In occasione della Retrospettiva uscirà un volume di Bernard Eisenschitz, storico del cinema, edito da Les éditions de l’Œil, che, grazie alla ricchezza dei documenti esaminati, proporrà un nuovo approccio all’opera sirkiana.

"

Sotto il Terzo Reich, ha realizzato, senza nessun compromesso, cinque film notevoli e ha scoperto la grande cantante e attrice Zarah Leander, prima di fuggire dalla Germania nazista. A Hollywood, ha avuto un percorso artistico solitario, individuale e diversificato, che lo ha portato ai suoi celeberrimi grandi melodrammi


Biografia

Detlef Sierck, questo il suo vero nome (Amburgo, 1897 – Lugano, 1987), dopo aver trascorso l'infanzia ad Amburgo e in Danimarca, paese da cui provenivano i genitori, si dedicò al teatro in Germania. In seguito, venne assunto dalla Universum Film AG (UFA), esordendo nel lungometraggio con April, April! (1935), e realizzando poi Schlussakkord (Final Accord, 1936) e La Habanera (1937). In fuga dalla Germania nazista, come molti altri registi europei, si fece notare con Hitler's Madman (1943) e Summer Storm (1944). Da qui si divise fra thriller e commedie, con incursioni sporadiche in altri generi, come il western (Taza, Son of Cochise, 1954). Negli Stati Uniti assunse il nome di Douglas Sirk e dall’inizio degli anni Cinquanta lavorò sotto contratto alla Universal. Nel 1953, All I Desire aprì il grande ciclo di melodrammi – che include titoli come Magnificent Obsession (1954), All That Heaven Allows (1955), Written on the Wind (1956) e Imitation of Life (1959) – che conquistarono anche alcuni critici europei, grazie alla loro capacità di esplorare la società statunitense tramite uno sguardo antirealista, un’assoluta raffinatezza estetica e un’inedita sensibilità femminista.

Al suo ritorno in Europa, Sirk si stabilì in Svizzera, a Lugano, riprendendo la sua attività teatrale in Germania e insegnando alla Hochschule für Film und Fernsehen (HFFM) di Monaco dove supervisionò la realizzazione di tre cortometraggi. 


Filmografia

April, April! (1935)  
Das Mädchen vom Moorhof - The Girl from the Marsh Croft (1935)  
Stützen der Gesellschaft - Pillars of Society (1935)  
SchlußakkordFinal Accord (1936)  
Das HofkonzertThe Court Concert (1936)  
Zu neuen Ufern - To New Shores (1937)  
La Habanera (1937)  
Accord final (1938) 
Boefje (1939)
Hitler's Madman (1943)  
Summer Storm (1944)  
A Scandal in Paris (1946)  
Lured (1947)  
Sleep, My Love (1948)  
Shockproof (1949)  
Slightly French (1949)  

Mystery Submarine (1950)  
The First Legion (1951)  
Thunder on the Hill (1951)   
The Lady Pays Off (1951)  
Week-End with Father (1951)  
No Room for the Groom (1952)  
Has Anybody Seen My Gal (1952) 
Meet Me at the Fair (1953)
Take Me to Town (1953)  
All I Desire (1953)  
Taza, Son of Cochise (1954)  
Magnificent Obsession (1954)  
Sign of the Pagan (1954)  
Captain Lightfoot (1955)  
All That Heaven Allows (1955)  
There's Always Tomorrow (1956)  
Written on the Wind (1956)  
Battle Hymn (1957)  
Interlude (1957)  
The Tarnished Angels (1957)  
A Time to Love and a Time to Die (1958)  
Imitation of Life (1959)

Cortometraggi della Hochschule für Film und Fernsehen (HFFM) di Monaco supervisionati da Douglas Sirk:
Sprich zu mir wie der Regen (1976) 
Sylvesternacht - Ein Dialog (1977) 
Bourbon Street Blues (1978) 

 

 


In collaborazione con

Altre sezioni