Film

Roma città aperta

Secret Screenings

Italia  ·  1945  ·  DCP 4K  ·  Bianco e nero  ·  103'  ·  v.o. italiano - Sott. tedesco

Screening

lunedì 10 | 8 | 2020, 20:30  ·  PalaVideo  ·  Sub. Tedesco

Secret Screening #5

Introduced by Lili Hinstin


Screening

martedì 11 | 8 | 2020, 17:30  ·  PalaVideo  ·  Sub. Tedesco

Secret Screening #5

Introduced by Lili Hinstin

Nella Roma occupata dai nazisti, si intrecciano le vicende di Pina, vedova di borgata in procinto di risposarsi, l’ingegner Manfredi, comunista e partigiano in fuga dalla Gestapo, e il sacerdote don Pietro che vuole aiutarli in una situazione disperata. Episodio inaugurale di un ideale trittico sul secondo conflitto mondiale, prima di Paisà (1946) e Germania, anno zero (1948, presentato all’interno di Un viaggio nella storia del Festival), l’opera di Roberto Rossellini è tra le capofila di un nuovo approccio al cinema, cui la critica avrebbe dato il nome di neorealismo. Premiato a Cannes nel 1946 con il Grand Prix du Festival, il film condensa in romanzeschi squarci di verità il primato umano e morale della lotta antifascista.

«Questa pietra miliare della storia del cinema italiano fu presentata durante la primissima edizione del Festival, insieme ad opere come Ivan il terribile (1944) di Sergei M. Eisenstein, La fiamma del peccato (1944) di Billy Wilder o Le chiavi del paradiso (1944) di John M. Stahl, quando le proiezioni avevano luogo nei giardini del Grand Hotel e ogni sera veniva issata la bandiera della nazione del film, al suono del relativo inno nazionale (quindi, probabilmente, nel caso dei film italiani la patriottica La canzone del Piave, , dato che l’inno di Mameli diventò ufficialmente anche inno  della Repubblica Italiana solo nel mese di ottobre). Stranamente questo film di Rossellini (il quarto) non è mai più stato presentato a Locarno da allora. Rivedere oggi quello che Jacques Lourcelles chiama nel suo Dictionnaire du cinéma un "journal exploratoire du présent" ha una doppia potenza testimoniale, e crea uno strano corto circuito temporale tra la Roma mezza distrutta appena liberata e la piacevole cittadina di Locarno, che sognava di libertà e creava questo "Festival del mondo libero", accogliendo le star lungo i bordi del lago».

 

Lili Hinstin

 

Share


Information

Regista

Roberto Rossellini

Cast

Anna Magnani, Aldo Fabrizi, Vito Annichiarico, Marcello Pagliero, Nando Bruno

Fotografia

Ubaldo Arata

Musica

Renzo Rossellini

Sceneggiatura adattata da

Sergio Amidei, Federico Fellini

Basato su un'opera di

Sergio Amidei, Alberto Consiglio

Montaggio

Eraldo Da Roma

Copia

Cinémathèque suisse
info@cinematheque.ch

Video correlati
Trailer Instinct - 11 | 8 | 2020

11 | 08 | 2020

Trailer Instinct - 11 | 8 | 2020
Ieri, oggi, domani - 11 | 8 | 2020

11 | 08 | 2020

Ieri, oggi, domani - 11 | 8 | 2020