Film

Quartier Mozart

Secret Screenings

Camerun, Francia  ·  1992  ·  DCP 2K  ·  Colore  ·  79'  ·  v.o. francese - Sott. inglese

Screening

martedì 11 | 8 | 2020, 21:00  ·  GranRex  ·  Sub. Inglese

Secret Screening #6

Introduced by Lili Hinstin


Screening

mercoledì 12 | 8 | 2020, 18:00  ·  PalaVideo  ·  Sub. Inglese

Secret Screening #6

In una periferia popolare di Yaounde, una ragazzina si trasforma per magia in un Casanova sbruffone di nome «Mon Type». Molti personaggi non convenzionali popolano lo scenario, tra i quali il poligamo capo della polizia, la sua bellissima figlia, e una strega con una stretta di mano in grado di far sparire i genitali maschili... Primo lungometraggio del regista, all’epoca venticinquenne, il film ottenne nel 1992 il Premio Afrique en Création al Festival di Cannes e i Premi Swissair/Crossair e «Carte Jeunes» al Locarno Film Festival.

«Primo lungometraggio del regista, presentato e premiato a Locarno, Quartier Mozart è una sorta di UFO, o meglio una cometa, nella galassia del cinema africano. Meno conosciuto di Djibril Diop Mambéty, Jean-Pierre Bekolo ne condivide la stessa libertà stravagante, che si nutre e ride della sintesi tra la cultura locale – con le sue streghe che lanciano incantesimi, i ragazzi di quartiere che vogliono gestire le ragazze, la poligamia dolorosa per le donne –, e i riferimenti al cinema occidentale di cui Bekolo conosce perfettamente i codici. Questa commedia urbana, popolare e allo stesso tempo fantastica, è intessuta sul tema meravigliosamente divertente e sconvolgente del cambio di sesso. Ma la fantasia del proposito non si limita a una gustosa commedia di costume: per il cineasta diventa anche pretesto per una tagliente satira sociale, che inchioda il patriarcato, il machismo, la corruzione e le mille derive di una società dove l’umorismo è larma dei poveri. Allinizio degli anni Novanta, Bekolo lasciava intravedere con questo film la possibilità di un nuovo cinema d’autore africano, lontano dai toni affettati di un algido estetismo o dall’urgenza militante dei film à sujet”: con una voce propria, una generazione di attori magnifici, il suo rapporto con la lingua colorita dei quartieri, il ritmo unico del suo montaggio, erede diretto del movimento hip hop… Cosa è successo?

La programmazione di questo film è pensata in binomio con Dr. Jekyll and Sister Hyde, presentato in Secret Screenings l’8 agosto».

 

Lili Hinstin

 

Share


Information

Regista

Jean-Pierre Bekolo

Cast

Serge Amougou, Sandrine Ola’a, Jimmy Biyong, Essindi Mindja,  Atebass

Produttore

Jean-Pierre Bekolo

Fotografia

Regis Blondeau

Musica

Philip Nikwé

Sceneggiatura

Jean-Pierre Bekolo

Sound Designer

Newton I. Aduaka

Montaggio

Jean-Pierre Bekolo

Copia

Léa Baron

Video correlati
Trailer Instinct - 13 | 8 | 2020

13 | 08 | 2020

Trailer Instinct - 13 | 8 | 2020