News  ·  13 | 08 | 2022

Palmarès | Interview with Nikolaus Geyrhalter

Pardo Verde WWF

©NGF

Con la 75° edizione del Locarno Film Festival ha preso il via anche il Locarno Green Project, per sensibilizzare alle pratiche ecologiche tramite il cinema e le sue narrazioni. Tra le prime iniziative, il Pardo Verde WWF, assegnato all’opera che meglio affronta una tematica ecologica. Il premio è andato al documentario del Concorso internazionale Matter Out of Place dell’austriaco Nikolaus Geyrhalter, dedicato al dramma dei rifiuti in diversi contesti geografici. 

Nikolaus Geyrhalter, il primo Pardo Verde WWF della Storia del Locarno Film Festival non poteva che andare al suo film, complimenti …  

Sono molto contento, ma in realtà non me l’aspettavo. Ogni premio destinato a un film non commerciale è importante. È la prima volta che sono al Locarno Film Festival, è davvero magnifico, un ambiente rilassato, e Piazza Grande è un luogo perfetto per una kermesse di cinema.    

Perché si occupa così spesso nei suoi film di temi ambientali? 

Non penso di occuparmi di temi ambientali, quando piuttosto dell’essere umano come specie, dell’interazione tra l’essere umano e il suo ambiente. Il fatto di occuparmi di ambiente è, diciamo così, una conseguenza del mio interesse primario. Un interesse che proviene dalla fotografia documentaristica.  

Si aspettava di trovare situazioni così drammatiche in rapporto ai rifiuti che produciamo oggi e a quelli che abbiamo smaltito male nel passato? 

Sì, ero perfettamente preparato e conscio di quello che avrei trovato nel momento in cui ho iniziato le riprese. Tutti sappiamo che abbiamo un problema rispetto ai rifiuti, c’è però chi sceglie di guardare altrove. Abbiamo problemi anche in paesi come la Svizzera, che oggi sono ben organizzati nell’ambito dello smaltimento e del riciclo, ma che pagano ancora le conseguenze degli errori del passato. Tutto ciò che produciamo diventa un rifiuto e i rifiuti non spariscono mai del tutto, a meno che siano organici.  

Mattia Lento