Comunicati stampa  ·  17 | 07 | 2018

Juergen Teller, Narcissister e Jürgen Schmidhuber

Tre produttori, tre progetti di lungometraggi e tre giovani professionisti svizzeri selezionati nelle attività dedicate ai professionisti dell’industria cinematografica del Locarno Festival

Locarno Pro – il nuovo cappello che da quest’anno riunisce i professionisti dell’industria cinematografica presenti a Locarno – è fiera di poter ospitare tra le sue varie attività numerosi professionisti svizzeri.

In collaborazione con SWISS FILMS, dal 3 al 5 agosto, tre produttori – Tolga Dilsiz (8horses), Flavia Zanon (Close Up Films) e Olivier Zobrist (Langfilm) – parteciperanno a Match Me! la piattaforma di networking informale per società di produzione nuove ed emergenti che quest’anno accoglie produttori da 9 paesi diversi del mondo.

Ad Alliance for Development (3 – 5 agosto), giunta alla sua terza edizione, saranno presentati tre progetti svizzeri che hanno precedentemente fatto richiesta per un aiuto per lo sviluppo tramite le misure compensative MEDIA e che sono alla ricerca di coproduttori tedeschi, francesi o italiani. I progetti selezionati sono: Au Sud di Lionel Baier, prodotto da Pauline Gygax e Max Karli (Bandita Films); Le Passeur di Kaveh Bakhtiari, prodotto da Isabelle Zampiero e Tristan Aymon (Terrain Vague); Renaissance di Caterina Mona, prodotto da Michela Pini (Cinédokké).

Dall’1 al 7 agosto, i tre professionisti selezionati parteciperanno all’Industry Academy, attività che riunisce giovani professionisti dall’Europa, dall’America Latina e dagli Stati Uniti e che permetterà loro di approfondire le conoscenze dell’industria del cinema e delle sue sfide. Si tratta di Mélanie Courvoisier (Zinema, Cinema d’Oron, Minimum), Tanja Weibel (Solothurn Film Festival) e Moritz Schneider (CUT UP e FestivalWhizz).

Nadia Dresti, Vice direttrice artistica e Responsabile di Locarno Pro: “Locarno Pro vuole sostenere il cinema d’autore e le persone che ci lavorano attorno, tramite attività e servizi a misura d’uomo e adattati ai diversi profili. I diversi programmi sviluppati in questi anni sono ora tutti raccolti sotto lo stesso label, con lo scopo di rendere il tutto più fluido e sinergico. I professionisti svizzeri selezionati avranno quindi modo di incontrare professionisti internazionali e sviluppare ancor di più la propria rete di contatti”.

Locarno Pro è sostenuta dall’Ufficio Federale della Cultura (UFC), nel contesto delle misure compensative MEDIA. 

Maggiori dettagli al seguente link.