Gregorio Paonessa

Gregorio Paonessa

Condividi:

Gregorio Paonessa vive e lavora a Roma. Ha lavorato nel mondo della fotografia per vent’anni, prima di diventare socio della Donzelli Editore, dove ha lavorato come Direttore del Marketing fino al 2003 e dove continua ad essere membro del consiglio di amministrazione.

Nel 2004, insieme a Marta Donzelli, ha fondato la Vivo film, una casa di produzione indipendente con un catalogo di oltre 40 film, selezionati e premiati ai festival internazionali più prestigiosi.

Nel 2007 Vivo film ha vinto il David di Donatello per il miglior documentario di lungometraggio con il film di Daniele Vicari Il mio paese e il Pardo d’Oro – Premio speciale della giuria nel concorso «Cineasti del presente» al 60° Festival di Locarno per Imatra di Corso Salani.

Nel 2011 Marta Donzelli e Gregorio Paonessa hanno ricevuto una candidatura ai David di Donatello come “Migliore Produttore” e il premio “Ciak d’Oro” come “Migliore Produttore” per Le quattro volte di Michelangelo Frammartino, vincitore anche di un Nastro d’Argento speciale e del premio Europa Cinemas Label alla “Quinzaine des Réalisateurs” del Festival di Cannes (2010). Venduto in più di 45 paesi, Le quattro volte è stato invitato in tutti i più prestigiosi festival internazionali, risultando il film italiano più premiato all’estero del 2010 e uno tra i film italiani più premiati degli ultimi dieci anni.

Tra gli altri titoli prodotti: Via Castellana Bandiera di Emma Dante, presentato in Competizione al Festival di Venezia nel 2013 e premiato con la Coppa Volpi per la migliore Attrice; Vergine Giurata di Laura Bispuri, presentato in anteprima mondiale nella Competizione Ufficiale della Berlinale; Innocence of memories. Il Museo di Orhan Pamuk e Istanbul di Grant Gee, presentato alle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia;  I Figli della Notte di Andrea De Sica, in competizione al Torino Film Festival nel 2016 e vincitore del Nastro d’Argento al Miglior Regista Emergente; Looking for Oum Kulthum di Shrin Neshat, selezionato alle Giornate degli Autori della 74° Mostra del Cinema di Venezia; Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli, vincitore del concorso Orizzonti alla 74° edizione della Mostra del Cinema di Venezia; Lorello e Brunello di Jacopo Quadri, in concorso al Torino Film Festival 2017, vincitore del Premio Cipputi e Menzione Speciale della Giuria; Figlia Mia di Laura Bispuri, in concorso alla Berlinale 2018.

Vivo film è attualmente impegnata nella pre-produzione di Flesh Out di Michela Occhipinti, Dafne di Federico Bondi e Siberia di Abel Ferrara.

Link utili

Follow us