Flashback #1: “Ladri di biciclette”

Flashback #1: “Ladri di biciclette”

Condividi:

Il grande neorealismo italiano che passa da qui. È il 1946, prima edizione del Festival. Tra i 15 film del cartellone, c’è anche Roma città aperta. La giuria — di cui fa parte l’allora 25enne Alida Valli — al momento della premiazione lo ignora come farà l’anno successivo con Paisà. Solo al terzo tentativo, con Germania anno zero, nel 1948, Roberto Rossellini ottiene il riconoscimento di un Grand Prix. Lo stesso anno in cui Ladri di biciclette di Vittorio De Sica vince soltanto il Premio speciale della giuria, suscitando malumori e proteste.

Press Office
Link utili

Follow us