News del Locarno Festival
 

6 | 8 | 2011 – Citazioni

6 | 8 | 2011 – Citazioni

Condividi:

6 | 8 | 2011 – Citazioni

Condividi:

Previous Next

Vol special – Concorso internazionale

Fernand Melgar, regista

“Mi piace dare ai miei film un tempo e un luogo limitato.”

“Abbiamo cercati di mantenere dei contatti con tutte le persone coinvolte in questo documentario. Serge ad esempio vive per strada, nella miseria più totale. Jean quando è tornato in Camerun è stato imprigionato e torturato per cinque mesi, e l’unica accusa nei suoi confronti è stata quella di aver chiesto asilo politico in Svizzera.”

“Ci fanno credere di essere invasi da orde barbariche, ma io vi posso dare delle cifre. In Svizzera ci sono state 15.000 richieste d’asilo, che sono l’unico modo per mettere piede in questo paese. 7.000 hanno ottenuto il diritto d’asilo. Anche se le leggi ora sono più severe,  a  7.000 persone è stato dato il permesso di restare. Sapete quanti svizzeri lavorano all’estero? 700.000. E l’ironia è che la maggior parte di loro lavora in Africa, che per certi versi è il paese delle opportunità.”

“Un secolo fa il paese non aveva da mangiare e la gente se ne andava, adesso siamo diventati ricchi e non è forse legittimo che oggi qualcuno cerchi di trovare un posto qui? E’ accettabile che vengano rappresentati come animali, come dei topi, dei corvi o pecore?”
“Non faccio film militanti, io dico soltanto, attenzione: dietro ogni statistica o decisione ci sono storie, esseri umani, situazioni, vite spezzate.”

Stéphane Goël, produttore esecutivo

“Il film uscirà in sala in settembre, e poi, nella primavera del 2012 gireremo dei web doc con dei ritratti di alcuni dei protagonisti, per vedere a che punto sono le loro vite un anno dopo le riprese. Andremo in Africa, in Kossovo, ma staremo anche in Svizzera, e scopriremo cosa è successo a questa gente.

Massimo Benvegnù, Jeremy Nicholls

Follow us