News del Locarno Festival
 

Premio speciale della giuria – Hashoter

Premio speciale della giuria – Hashoter

Condividi:

Premio speciale della giuria – Hashoter

Condividi:

Premio speciale della giuria – Hashoter

Condividi:

Previous Next

Hashoter – Concorso internazionale

Nadav Lapid (regista)

“Nel film i conflitti sociali e di classe diventano questioni di vita. Mi sono focalizzato sui loro conflitti personali e non sulla violenza nelle strade. Ho preferito quindi rappresentare il conflitto di classe, volevo denunciare la situazione ed esporre le identità dei personaggi e le persone in generale”

“Volevamo rappresentare persone intrappolate nella loro esistenza, prigionieri del posto in cui sono. Mi sono chiesto: Riusciranno a salvarsi dalla loro identità?”

“Le reazioni a questo film sono estreme, furiose ed alcune anche scioccanti. Gli israeliani hanno credenze molto solide che seguono con rigore. Non credo a soluzioni che possano risolvere in modo semplice e immediato questi problemi politici. Di conseguenza ho focalizzato la mia vision sul poliziotto: cosa provano? Come si vestono? Come vivono amore e sesso? Ho provato a rispondere a queste domande nel film.”

“Per gli israeliani quasi tutti gli argomenti, politici o sociali, sono filtrati attraverso la Famiglia. Ero abbastanza scioccato quando, a Parigi, ho scoperto che alcune persone vanno a trovare i loro parenti solo una o due volte l’anno. In Israele queste relazioni sono molto più forti e strette. Viviamo insieme ogni singola relazione!”

Yiftach Klein (attore)

“Il mio ruolo è stato fisico ed impegnativo. Dovevo scalare montagne, andare in palestra ogni giorno e sparare con armi vere. Era eccezionale! Almeno per il mio fisico. È stato bello essere scelto per un ruolo intenso e duro come questo.”

Yaara Pelzig (attrice)

“È stato bello poter vedere questo mondo attraverso gli occhi della gente, vivere dimostrazioni e manifestazioni insieme a loro. Questo film mi ha fatto capire come effettivamente vivono ogni giorno.”

Follow us