EN IT
News del Locarno Festival
 

Rodrigues, Rui Guerra da Mata, Covi, Frimmel, Hochmair, Caplan

Rodrigues, Rui Guerra da Mata, Covi, Frimmel, Hochmair, Caplan

Condividi:

Previous Next

 

A Última Vez Que Vi Macau (Concorso internazionale)

João Pedro Rodrigues (director)

“At the beginning we wanted to shoot a documentary about Macau. João Rui (the other director, ndr) grew up in this island and he had the desire to come back. About me, I had never been there. His memories were like fiction because they were lived through the perspective of time, through the eyes of a child. The movie is a confrontation between two fictions: the João Rui's one and the one I had in my head”.

“I consider it as a movie about invisibility since the main character, João Rui, is just partially present. We wanted to create a Macau that could be ours, a real city with fictional characteristics which exists only in our heads”.

João Rui Guerra da Mata (director)

“After the first days in Macau I understood that documentary was not the right genre for this kind of movie. There are so many interesting things in Macau that tourists do not see and every documentary on this island I saw is always on the same subjects. We wanted to show a different Macau”.

“It is a cliché to say that memories are fiction. I told João Pedro what all my memories on Macau were about, so we tried to base the film on the one hand on my memories, on the other hand on what João Pedro thought Macau was”.

 

Der Glanz des Tages (Concorso internazionale)

Tizza Covi (regista)

«Abbiamo deciso di focalizzarci su tre realtà maschili: quelle di Philipp, Walter e Victor. Tutti e tre nel film interpretano sé stessi. Trovavo interessante il fatto di vederli senza influenze femminili.»

«Il nostro film La pivellina era dedicato al mondo del circo, Der Glanz des Tages invece è incentrato sul teatro. Quel che ci interessa è guardare dietro le quinte: mostrare il mondo dietro il palcoscenico. Per farlo ci basiamo su una profonda familiarità con gli attori: conoscevamo da molto Philipp Hochmair e volevamo raccontare la sua vita in teatro, così l’abbiamo posto a confronto con un uomo che vive completamente nella realtà, Walter, col quale avevamo già lavorato nella Pivellina

«Girando cerchiamo di distruggere ogni ipotesi d’andamento prevedibile della storia: la sceneggiatura era aperta. Il prezzo da pagare sono state le difficoltà al momento del taglio; inoltre per Philipp Hochmair era arduo lavorare senza sapere a che punto del film si trovasse. Questo però è il nostro approccio: siamo dei documentaristi, e crediamo che la realtà sia una fonte inesauribile di storie.»

Rainer Frimmel (regista)

«Credo che l’infanzia sia la fase più importante della vita, nonostante la sua brevità; per me è sempre un tema, come traspare anche in Der Glanz des Tages

Philipp Hochmair (attore)

«Non ho veramente consapevolezza di me, e interpretarmi era molto difficile; però è stata un’esperienza totale: ho scoperto un modo di lavorare completamente nuovo. Le vite narrate nel film sono completamente reali, non c’era possibilità o ragione per dire bugie. L’unica menzogna è che Walter sia mio zio.»

(«Sono suo padre», scherza Walter Saabel)

 

Bachelorette (Piazza Grande)

Lizzy Caplan and Leslye Headland (actress & director)

“An explosive,
challenging,
in your face movie”.

Leslye Headland (director), on Kirsten Dunst's role

“There's nothing funnier
than being confidentially wrong,
and Reagan's always wrong”.

Mattia Bertoldi, Sara Groisman

Follow us