News del Locarno Festival
 

Si parte con Segre&Capossela: documentario e concerto

Si parte con Segre&Capossela: documentario e concerto

Condividi:

Locarno66 è una rampa di lancio puntellata dal cinema italiano. Già, perché nell’edizione che aprirà i suoi schermi il prossimo agosto, non c’è solo il ritorno di una pellicola italiana sul maxischermo di Piazza Grande come La variabile umana (un giallo con Silvio Orlando per la regia di Bruno Oliviero). A completare una presenza incisiva negli snodi e nelle scansioni più importanti del Festival (dal ritorno a Locarno di Pippo Delbono con Sangue nel Concorso internazionale all’attribuzione del Pardo alla Carriera a Sergio Castellitto), ci sarà anche una sorta di antipasto che s’incanalerà durante la giornata iniziale. La proiezione, alle 15.45 del 7 agosto all’Auditorium Fevi, di un documentario in prima mondiale: Indebito, ovvero il nuovo lavoro di “viaggio” di Andrea Segre che ha come protagonista in voce e musica il cantautore Vinicio Capossela.

Dopo aver esplorato i temi ruvidi dell’immigrazione attraverso film di finzione (Io sono Li, presentato con grandi consensi nel 2010 alla Mostra del cinema di Venezia) e gli incisivi documentari Come un uomo sulla terra e Mare chiuso, questa volta Segre ha voluto vagabondare, assieme al passo stralunato di Capossela, nel luogo simbolo della crisi. Quella Grecia soffocata dalla pressione dei debiti che trova nel sottobosco dei suoni e delle parole dei rebetes, i cantanti del rebetiko, una sorta di blues ellenico, una musica “indebita”, non autorizzata, che va contro il potere. Una musica nata dalla disperazione di un’antica crisi che ha contribuito a costruire l’identità moderna della Grecia. Sono i loro concerti a riempire le taverne notturne di Atene e Salonicco, là dove incontrano e intersecano il cammino di Vinicio Capossela, musicista-viandante pronto a intrecciare le sue note con i pensieri da diario di viaggio.

Ma il documentario Indebito a Locarno, il 7 agosto, non si fermerà alla singola proiezione, ma deborderà sia prima che dopo. Alle 14.00 Andrea Segre e Vinicio Capossela parteciperanno a un incontro pubblico, moderato dal Direttore artistico del Festival del film Carlo Chatrian e dal giornalista Marco Zucchi, allo spazio Magnolia, in diretta radiofonica sulla Rete 1 della RSI. E poi, ad accompagnare l’immediato dopo-proiezione, Capossela si esibirà in concerto, assieme a cinque musicisti greci (Manolis Pappos, Ntinos Chatziiordanou, Vassilis Massalas, Angelos Polychronou e Glauco Zuppiroli), portando i brani tratti dall’album Rebetiko Gymnastasa a diretto contatto con il pubblico locarnese.

Lorenzo Buccella

Follow us