News del Locarno Festival
 

Tra casa e scuola c’è di mezzo il mondo

Tra casa e scuola c’è di mezzo il mondo

Condividi:

Quando il semplice fatto di andare a scuola – in tanti angoli del pianeta - può trasformarsi in una vera avventura. Bypassando savane invase da elefanti, guadando sabbiosi fiumi indiani, scalando i pendii sassosi di monti desertici o ancora cavalcando lungo i terreni brulli della Patagonia. Realtà che impongono di mettersi alle spalle chilometri di mondo prima di poter entrare ogni mattino nella propria classe, assistere alla propria lezione e sperare in un futuro migliore.

Più che un vero e proprio documentario, ha la parabola drammaturgica della favola, Sur le chemin de l’école, il film del francese Pascal Plisson scelto per chiudere con uno sguardo mondiale sull’infanzia la 66esima edizione del Festival del film Locarno. Quattro viaggi di bambini che un montaggio alternato interseca sui fondali mozzafiato dei vasti paesaggi, pieni di insidie e di pericoli da sfidare ogni giorno pur di strapparsi il diritto a una formazione. Eroi in miniatura, inseguiti da una ricostruzione emotiva delle loro vicende che tuttavia, ogni volta, parte dall’esibizione di dati concreti. 15 km per 2 ore di scarpinata, mattina e sera, con sorella al fianco e tanica d’acqua in mano, per l’11enne keniota Jackson. 22 km per 4 ore viaggio, quelle che servono ogni lunedì alla marocchina Zahira per andare dai monti Atlas alla sua scuola.

E se l’argentino Carlito colma la distanza andando a cavallo sotto qualsiasi tempo, per il coetaneo indiano Samuel l’aggravante è la sua condizione in sedia a rotelle, spinta epicamente sulle sabbie indiane ogni giorno dai suoi due fratellini. Ore e ore di sudore quotidiano, consumate nella consapevolezza che solo imparare e sapere possono alimentare i sogni di diventare un giorno piloti, medici o professori. Perché, come ha detto il contadino-filosofo Pierre Rabhi in un suo famoso manifesto, non è tanto importante sapere che terra lasceremo ai nostri bambini ma che bambini lasceremo alla nostra terra.

Lorenzo Buccella
Link utili

Follow us