News del Locarno Festival
 

Ultimo tango a Reykjavík

Ultimo tango a Reykjavík

Condividi:

Sono due ex-cognati. Non si vedono da anni. All’improvviso decidono che è giunto il momento di godersi la terza età e partono per l’Islanda. Leslie è arzillo e desideroso d’avventura, Colin invece più timido e introverso: il confronto/scontro è inevitabile, soprattutto perché sotto sotto i due si sono sempre voluti bene. Tra paesaggi da incanto, ristoranti eleganti e incontri imprevisti, la “strana coppia” scoprirà che la vecchiaia può essere un periodo ricco di sorprese…

Anche il cinema indipendente americano guarda al nuovo filone dedicato alla fascia di spettatori d’età più avanzata, come dimostra il film diretto da Martha Stephens e Aaron Katz. Col giusto pizzico d’ironia e un approccio sanamente leggero i due cineasti costruiscono una commedia che non cerca risposte preconfezionate ma indaga con sottigliezza le inquietudini quotidiane dei personaggi. Ormai arrivati a quella fase della vita in cui necessariamente si guarda indietro per fare i conti col proprio operato, i due protagonisti sono interpretati dagli efficacissimi Earl Lynn Nelson e Paul Eenhoorn.

La forza del film, prodotto tra gli altri da un cineasta sensibile quale è David Gordon Green, sta nel parlare il filigrana di tematiche serie come ad esempio la paura di un futuro sempre meno vasto, ma farlo attraverso la lente poetica della commedia gentile. Un buddy-movie che strizza l’occhio ai classici del filone, soprattutto a Grumpy Old Men con gli eterni Jack Lemmon e Walter Matthau. Spiritoso ma con classe.

Adriano Ercolani
Link utili

Follow us