News del Locarno Festival
 

La montaña sagrada

Histoire(s) du cinéma: Pardo d'onore Swisscom Alejandro Jodorowsky

La montaña sagrada

Condividi:

Simbolismo, ascetismo, lisergismo, filosofismo. Sarebbe interessante continuare questo gioco dei suffissi che probabilmente piacerebbe molto ad Alejandro Jodorowksy, uomo che della vita e del suo pubblico spesso gioco si è fatto. Come con La montaña sagrada (La montagna sacra), senza nulla svelare a chi non l'ha visto; opera iniziatica, tra Dante e gli I-Ching, ispirato al trattato spirituale La Salita del Monte Carmelo, scritto da San Giovanni della Croce. Un esperimento cinematografico figlio della psichedelia in cui Jodorowsky si getta anima e corpo: dirige, scrive, produce, interpreta, monta e scrive anche le musiche, si prepara privandosi del sonno per una settimana e assuefacendosi all'uso di LSD come strumento per varcare la soglia delle porte della percezione. Riuscendoci, perché La montaña sagrada (La montagna sacra) è un film che va oltre e trascende – cosa e perché forse neanche lo si sa con precisione, ma poco importa. È un viaggio senza arrivo né ritorno. Ma in fondo, non è il viaggio quello che conta?

 

Alessandro De Simone

Follow us