News del Locarno Festival
 

Sadat: "Da Kabul al mondo intero"

Namai Ba Rahis Gomhor (A Letter to the President) - Open Doors

Sadat: "Da Kabul al mondo intero"

Condividi:

Roya Sadat, lei è regista e produttrice di questo film che vede la sua anteprima mondiale nella sezione Open Doors di Locarno70. Come dobbiamo interpretare il finale?

Come un finale aperto: Soraya potrebbe evitare l’esecuzione o no. La situazione giudiziaria in Afghanistan è molto difficile, soprattutto per le donne, ma non solo. Lo stesso governo è a volte inconsapevole di ciò che accade in alcune regioni.

 

A questo proposito, lei si sente sicura dopo aver girato questo film coraggioso?

Sicuramente non sarà facile, ma questo è il mio lavoro; la mia casa di produzione ha gli uffici a Kabul… Ma questo è quello che voglio fare e continuerò a farlo.

 

Il film ha un budget bassissimo, nonostante ciò ci sono evidenti valori produttivi. Come ci è riuscita?

Abbiamo razionalizzato il lavoro sul set: oltre che della regia mi sono occupata anche delle scenografie, per esempio, e anche altri avevano più ruoli. Per evitare di avere problemi con le autorità o con i clan di zona giravamo molto in fretta, per poi passare a un’altra location.

 

Dev’essere molto difficile girare un film in Afghanistan.

Lo è, molto più oggi che cinque anni fa: la cultura è osteggiata dall’attuale governo, quindi non è facile, ma come vedete non è impossibile. La mia casa di produzione, la Roya Film House, realizza anche spot pubblicitari e altri contenuti che ci permettono poi di produrre i nostri film.

 

Leena Alam, l’attrice che interpreta Soraya, è bravissima. Come l’ha trovata?

È un’attrice professionista, lavora in teatro e al cinema, sempre considerando che in Afghanistan si producono un paio di film l’anno. Ma speriamo che la situazione possa cambiare.

 

Il film viene proiettato a Open Doors in anteprima mondiale. Una magnifica opportunità per farsi conoscere sul mercato internazionale.

Assolutamente, sarebbe bellissimo trovare un distributore internazionale, anche per finire di pagare molte delle persone che hanno lavorato al film e che ancora devono ricevere il loro compenso.

 

Quale sarà il prossimo progetto?

In realtà un film che avevamo scritto prima di questo, ma che ha bisogno di un budget superiore, quindi abbiamo dovuto metterlo da parte. Adesso speriamo di poterlo realizzare.

Alessandro De Simone
Link utili

Follow us