News del Locarno Festival
 

Note del curatore della Retrospettiva Black Light Greg de Cuir Jr

Previous Next

“La Retrospettiva di Locarno72 presenterà una panoramica del Black cinema del 20esimo secolo. Queste opere sono definite come cinema d'autore, per film che spesso non sono stati considerati tali. Un cinema che destabilizza lo status quo, con tutti i mezzi necessari. I film e registi selezionati creano opere che parlano del presente a partire da diversi spunti iniziali; operano dentro l'industria e contro di essa, attraverso ogni genere e modalità, per sollevare, stravolgere e ribaltare le aspettative legate al colore nero.

Non possiamo parlare di un solo cinema nero così come non possiamo parlare di una sola Africa. Pertanto, qualunque presentazione di Black cinema deve tenere conto di un’incontestabile internazionalità. Questa panoramica in particolare si concentra sul cinema di colore proveniente dalle Americhe e dall'Europa, a volte con autori neri dietro la macchina da presa, a volte no. Ma tutti questi film contribuiscono ognuno a modo loro a definire le questioni in gioco legate a questa tematica. Questi film sfidano i canoni occidentali, la nozione di "qualità" e la drammaturgia classica.

La Retrospettiva darà la priorità ai lungometraggi, di qualunque genere, principalmente proiettati in 35mm. Darà spazio alle opere di cineasti sia ampiamente celebrati sia relativamente sconosciuti, architetti imprescindibili di una nuova esperienza visiva. A livello concettuale, come valenza, come energia, il Nero è tutt'altro che neutrale. Ma il Nero è anche un'estetica, che può essere compresa come una storia particolare del cinema, ed è ben più di una semplice somma di inquadrature e sequenze. La Retrospettiva di Locarno72 prende atto di questi elementi e rifletterà le molteplici possibilità offerte da un'arte potente e radicale. Un'arte festosa, che però adotta anche posizioni esplicite e politiche – in nome di un cinema diverso e un mondo diverso”.

 

BIOGRAFIA DEL CURATORE Greg de Cuir Jr

Curatore e scrittore indipendente, Greg de Cuir Jr è autore dell’importante progetto Avant-Noir, una serie di proiezioni che presenta lavori contemporanei di artisti cinematografici e video internazionali che si occupano di visualizzare le culture nere in forme alternative. Presentata per la prima volta in tre volumi all'Institute of Contemporary Arts di Londra, a partire dal 2014 la serie è stata poi ospite del Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, del Kino Tuškanac di Zagabria e del IU Cinema di Bloomington (Indiana). Nel 2018 de Cuir Jr ha organizzato la sezione tematica Black Material, presentata al festival Experiments in Cinema di Albuquerque (New Mexico) e che ha riunito lavori di curatori e artisti impegnati nell'espressività della cultura dell'immagine in movimento nera. De Cuir Jr sta attualmente preparando l'antologia Black Material, prossima alla pubblicazione, e sta scrivendo una monografia sulla serie Avant-Noir, oltre a sviluppare Avant-Noir Expanded, una mostra multidisciplinare in galleria. Ha organizzato programmi per la National Gallery of Art di Washington DC, Flaherty Film Seminar a New York, Los Angeles Filmforum, National Museum of African American History and Culture a Washington DC, Kurzfilmtage Oberhausen e per molte altre istituzioni. I suoi testi sono stati pubblicati su Cineaste, Millennium Film Journal, Jump Cut e altri. Una seconda edizione ampliata della sua monografia Yugoslav Black Wave sarà presto pubblicata. De Cuir Jr ha recentemente celebrato dieci anni come selezionatore per il festival Alternative Film Video a Belgrado, dove vive e lavora.

 

Link utili

Follow us