Iniziativa No Billag: preoccupazione del Consiglio di Amministrazione del Locarno Festival

Piazza Grande

Condividi:

È fondamentale che un importante strumento d’informazione possa garantire la continuità e la coesione culturale nazionali, all’interno di uno scenario mediatico differenziato. La SRG SSR (Società svizzera di radiotelevisione) e le numerose radio e televisioni regionali che beneficiano del canone televisivo sono inoltre essenziali per il tessuto economico delle diverse regioni del paese."

Questa è la riflessione principale del Consiglio di Amministrazione del Locarno Festival, riunitosi ieri 12 dicembre 2017, per l’ultima seduta dell’anno, sotto la Presidenza di Marco Solari, pensando alla votazione sull’iniziativa No Billag del 4 marzo 2018.

La SRG SSR, la cui esistenza è concretamente minacciata dall’iniziativa, è un partner importante per tutti gli attori culturali che operano a livello regionale e nazionale, e quindi anche per il Locarno Festival. È evidente che il successo dell’iniziativa avrebbe conseguenze negative per la politica culturale e questo soprattutto a svantaggio delle regioni periferiche e delle minoranze linguistiche.

Sulla base di queste riflessioni, il consiglio di Amministrazione non può che esprimere la sua viva preoccupazione a fronte delle conseguenze di un eventuale accettazione dell’iniziativa No Billag.

www.locarnofestival.ch

Link utili

Follow us