L’immagine e la parola, spin-off del Festival, e manifesto 2013

L’immagine e la parola, spin-off del Festival, e manifesto 2013

Condividi:

La prima edizione de L'immagine e la parola, lo spin-off del Festival del film Locarno che è parte di Primavera Locarnese, avrà luogo dal 24 al 27 marzo 2013. L’evento, sotto la Direzione artistica di Carlo Chatrian, è incentrato sulla relazione fra l’immagine in movimento e la parola scritta. L’immagine e la parola si compone di proiezioni, incontri, workshop e discussioni, e si suddivide fra eventi per il pubblico e un programma didattico per le scuole.

Le tre mattinate de L’immagine e la parola saranno dedicate alle scuole medie e superiori del territorio, grazie alla collaborazione con Castellinaria Festival internazionale del cinema giovane Bellinzona. Il programma delle mattinée comprenderà Il Cappotto di Alberto Lattuada (1952), Cronaca familiare di Valerio Zurlini (1962) e Arca russa di Aleksandr Sokurov (Russkiy kovcheg, 2002), classici del cinema introdotti e discussi dal punto di vista letterario e culturale.

Oltre alle proiezioni, L’immagine e la parola organizza tre workshop riservati a studenti di scuole professionali e universitarie a curriculum cinematografico. I partecipanti saranno chiamati a fare una riflessione sul rapporto che intercorre tra la fase di sviluppo di un film e la sua realizzazione: il 25 marzo con il regista italiano Paolo Benvenuti (Gostanza da Libbiano, 2000) e il 26 marzo con il regista svizzero Richard Dindo (Arthur Rimbaud - Une biographie, 1991). I due cineasti presenteranno inoltre i loro nuovi film in fase di produzione. Il workshop del 27 marzo vedrà invece la partecipazione di un terzo regista che verrà annunciato nelle prossime settimane.

La parte de L’immagine e la parola aperta al pubblico, sarà annunciata il prossimo 21 febbraio. Sarà composta da proiezioni pomeridiane e serali al Teatro di Locarno (Kursaal), in presenza di ospiti del mondo del cinema e della letteratura. La manifestazione si concluderà al Monte Verità nel pomeriggio di mercoledì 27 marzo con un convegno: diverse personalità di cinema e letteratura prenderanno parte a due tavole rotonde.

Il Direttore artistico Carlo Chatrian dichiara: “Se la parola scritta è ancorata a un supporto che le impedisce di volare, l'immagine si è data al movimento: al cinema le immagini scorrono e si rincorrono. Le parole, però, restano, nonostante il lavoro del film sia spesso quello di tradurle o di tradirle, di trasporle in immagini. Partendo da queste riflessioni siamo felici di poter proporre un programma variegato che esplora i nessi fra cinema e letteratura, e che valorizzerà ancora ulteriormente il Locarnese, regione ricca di cinema e cultura”.

L’immagine e la parola è uno spin-off del Festival del film Locarno organizzato in collaborazione con Castellinaria e con i Circoli dei cinema ticinesi. Per la manifestazione il Festival si avvale inoltre del contributo di Daniela Persico, critica e regista italiana.

L’immagine e la parola è una delle tre manifestazioni che compongono Primavera Locarnese. Il programma completo delle tre iniziative (L’immagine e la parola, Monte Verità: Utopie e magnifiche Ossessioni e Youtopia) verrà reso noto alla conferenza stampa giovedì 21 febbraio 2013.

 

Svelato inoltre il manifesto della 66a edizione del Festival del film Locarno (7 – 17 agosto 2013). Il poster, ideato dallo studio di Londra/Lugano Jannuzzi Smith, conclude la trilogia intitolata “La bella e la bestia”.

Il manifesto 2013 è disponibile su www.pardo.ch (password da richiedere a press@pardo.ch).

Visualizza tutti i comunicati stampa

 

Ufficio stampa
66° Festival del film Locarno
7-17 | 8 | 2013
Via Ciseri 23 | CH-6601 Locarno
tel +41 91 756 21 21 | fax +41 91 756 21 49
press@pardo.ch | www.pardo.ch

Press Office
Link utili

Follow us