Open Doors 2016 – 2018: continua il percorso di scoperta dell’Asia meridionale con un nuovo focus per il 2017

Open Doors Activity 2016

Condividi:

© Festival del film Locarno

Dopo un primo anno di successo della nuova formula di Open Doors, sezione del Festival del film di Locarno che mira ad aiutare il cinema indipendente e a mettere in luce i registi e i film dei paesi del Sud e dell’Est del mondo, in collaborazione con la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), continua il percorso triennale di ricerca e approfondimento su otto paesi dell’Asia meridionale, con uno sguardo particolare nel 2017 su Afghanistan, Maldive, Pakistan e Sri Lanka.

La sezione, arrivata alla sua quindicesima edizione, e che lavora in collaborazione fin dall’inizio con la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento federale degli affari esteri, prevede iniziative quali proiezioni per il pubblico (Open Doors Screenings), un laboratorio mirato rivolto a produttori e registi-produttori emergenti (Open Doors Lab) e una piattaforma internazionale legata a otto progetti provenienti dalla regione selezionata con il fine di incoraggiare le collaborazioni e i finanziamenti internazionali per la loro realizzazione (Open Doors Hub).

Nella sua nuova formula (2016 – 2018), Open Doors dedica il suo programma ad una singola regione per tre anni consecutivi, moltiplicando ulteriormente le possibilità di collaborazione e scambio per gli addetti ai lavori di quest’ area. Lo sguardo della sezione si è soffermato su otto paesi dell’Asia del Sud: Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, Maldive, Myanmar, Nepal, Pakistan e Sri Lanka con uno sguardo particolare nel 2017 per gli Open Doors Screenings e l’Open Doors Lab su Afghanistan, Maldive, Pakistan e Sri Lanka.

Carlo Chatrian, Direttore artistico del Festival: Con questo nuovo concetto Open Doors pone una doppia sfida: indagare su una regione del mondo giovane dal punto di vista cinematografico e svolgere un lavoro approfondito con i professionisti del settore sull’arco di tre anni. I primi riscontri ci indicano che la sfida è stata colta con successo, non solo per la diversità dei progetti e dei talenti proposti, ma anche per l’interesse che gli Open Doors Screenings hanno suscitato nel pubblico. In vista della prossima edizione siamo impazienti di seguire l’evoluzione delle discussioni e dei contatti nati nel corso di questo primo anno e di scoprire la curiosità dei professionisti per il nuovo focus di quest’anno, che tratterà paesi in una situazione d’instabilità politica e sociale. Tuttavia, sappiamo che spesso è in queste stesse difficoltà che gli artisti trovano l’urgenza di produrre opere più audaci e più emozionanti”.

Il programma di Open Doors 2017 si compone di tre iniziative:

L’Open Doors Hub (2 – 9 agosto 2017) offre una piattaforma internazionale per 8 progetti provenienti dall’intera regione. I partecipanti, registi e produttori, potranno incontrare potenziali coproduttori, venditori o distributori, al fine di incoraggiare le collaborazioni e i finanziamenti internazionali per la realizzazione dei loro progetti. Al termine di queste giornate, la giuria di Open Doors assegnerà il premio Open Doors del valore di 50'000 CHF, offerto dal fondo svizzero di sostegno alla produzione cinematografica visions sud est (anch’esso sostenuto dalla DSC) e dalla Città di Bellinzona.

L’Open Doors Lab (2 – 9 agosto 2017) offrirà un programma personalizzato per un gruppo ristretto di produttori e registi-produttori emergenti che aspirano ad entrare sulla scena internazionale. Questi potranno approfittare di sessioni di gruppo e individuali così come di occasioni di networking con gli invitati dell’industria europea e internazionale, al fine di sviluppare il loro profilo professionale ed i loro progetti. Dopo un focus, nel 2016, su Bangladesh, Bhutan, Myanmar e Nepal, quest’anno l’Open Doors Lab punterà i suoi riflettori su Afghanistan, Maldive, Pakistan e Sri Lanka.

Questi quattro paesi saranno anche fulcro del programma degli Open Doors Screenings che presenteranno al pubblico di Locarno una selezione di film particolarmente rappresentativi del loro universo cinematografico.

Le iscrizioni per l’edizione 2017 dell’Open Doors Hub e dell’Open Doors Lab sono aperte dal 10 novembre 2016 al 7 febbraio 2017 all’indirizzo www.pardo.ch/opendoors

Open Doors amplia il suo lavoro di accompagnamento dei professionisti della regione organizzando seminari e ateliers in loco, grazie alla collaborazione con festival come Beskop Tshechu (Bhoutan), Ekadeshma International Film Festival (Nepal), MEMORY ! International Film Heritage Festival (Myanmar) e Agenda 14 Short Film Festival (Sri Lanka).

Open Doors è un’iniziativa organizzata in stretta collaborazione con l’Industry Office del Festival del film Locarno e beneficia del sostegno di numerose organizzazioni europee quali ARTE, CNC, EAVE (European Audiovisual Entrepreneurs), Producers Network – Le Marché du Film (Festival de Cannes), TorinoFilmLab e Festival Scope.

Open Doors 2016 in video: https://www.youtube.com/watch?v=eer7wYou69k

La 70a edizione del Festival del film Locarno si terrà dal 2 al 12 agosto 2017.

 

 

Link utili

Follow us