News from the Locarno Festival
 

CISA e SUPSI al Festival del film Locarno

CISA e SUPSI al Festival del film Locarno

Share:

CISA e SUPSI al Festival del film Locarno

Share:

CISA e SUPSI al Festival del film Locarno

Share:

Previous Next

Una giornata intera per dare spazio, al festival, alle due realtà dell’audiovisivo più importanti del  Cantone Ticino, scuole di eccellenza nella formazione specializzata nel campo cinematografico (e non solo).

L’11 agosto il Festival del film Locarno dà spazio, al Palavideo Muralto, al CISA (Conservatorio Internazionale Scienze Audiovisive) e alla SUPSI Scuola Univesritaria della Svizzera italiana), Corso di laurea in Comunicazione Visiva. “Un’iniziativa- afferma Domenico Lucchini, direttore CISA - che nasce da una grande idea della presidenza del Festival avallata dalla direzione che conferma una grande attenzione al territorio, un esperimento che spero diventi un appuntamento fisso”.

“E' nato tutto dalla collaborazione delle due scuole- sottolinea Franco Cavani, docente della SUPSI che ha fatto la storia dell’animazione-, per poter mostrare il lavoro che facciamo. Una collaborazione forte e continua, tanto che alcuni studenti CISA passano direttamente alla SUPSI, quando vogliono specializzarsi in alcune materie.

Dalla SUPSI noi facciamo uscire dei comunicatori visivi in embrione, con la volontà di formarli nel maggior numero di materie”. E sull’animazione, Cavani ricorda che si occupa “di stop motion, Passo uno e nei nostri sei semestri, vista la complessità della materia, si può dare agli allievi un’infarinatura importante. Alcuni nostri studenti comunque hanno fatto grandi progressi, sono già entrati nella professione ad altissimo livello qui in Svizzera. Stimoliamo le qualità creative e tecniche perché la scuola sia un trampolino”. Al Palavideo verranno mostrati lavori degli iscritti, in due mezze giornate molto dense.

“Per la CISA è una vetrina importante questo 64imo Festival del film Locarno- interviene Lucchini- e la tappa di una crescita costante di una scuola che compirà 20 anni il prossimo anno e che, come dice la sua stessa dicitura, si definisce internazionale e che quindi in questa rassegna trova la sua giusta collocazione”.

Dalle 9, il programma Ticino: Giovani in formazione vedrà i lavori della SUPSI, e poi dalle 12.30 della CISA.  “Verranno presentati dei lavori realizzati a partire dal 2005 – sottolinea Cavani –, una panoramica totale sulle nostre attività: prodotti di animazione in stop motion e sperimentali, ma anche spot realizzati per pubblicizzare la linea ferroviaria Stabio-Varese o la Migros. E poi una serie di video, documentari, video arte, lavori realizzati dagli studenti durante il percorso di apprendimento e prodotti totalmente in Supsi”.

Nel caso della CISA, invece, ci saranno “quattro film di diploma, due di studenti del secondo anno e poi un film sulla censura e l’autocensura- chiude Lucchini- realizzato due anni fa proprio al festival, in cui i nostri allievi intervistarono sul tema vari registi. Al montaggio, un anno fa, hanno contribuito due ragazzi che studiavano all’Accademia dell’Aquila, ospitati nella nostra scuola ai tempi del terremoto che colpì l’Abruzzo perché non interrompessero il proprio percorso di formazione”.

Boris Sollazzo

Follow us