News from the Locarno Festival
 

Intervista a Howard Shore

Vision Award Nescens 2016

Foto di Alessio Pizzicannella

Share:

 

A Locarno sarà insignito del Vision Award Nescens, grazie alle colonne sonore che ha composto per più di ottanta film. Nel corso della sua carriera come ha scelto i suoi progetti, cosa deve possedere un film per convincerla a lavorarci?

La storia deve risuonare in me a livello emozionale. Può essere il libro da cui è tratto o un primo montaggio, ma nel cuore già risiede la risposta su come puoi contribuire ad esso. 

 

Le trilogie di The Lord of the Rings (Il Signore degli Anelli) e The Hobbit (Lo Hobbit) rappresentano una gran parte del suo cammino nel fantastico, non soltanto perché ha vinto tre premi Oscar. Qual è il suo ricordo più caro degli anni in cui ha lavorato con Peter Jackson?

I molti anni in cui abbiamo lavorato insieme per portare sul grande schermo il lavoro del professor Tolkien sono stati insieme impegnativi e gratificanti. Abbiamo sviluppato con successo un linguaggio comune attraverso il film e la musica per creare un mondo di Tolkien adatto per il cinema.

 

Un altro nome che compare spesso è quello di David Cronenberg. Quanto è importante condividere con un regista la stessa idea, la stessa visione del film al fine di comporre una colonna sonora? 

Conosco David Cronenberg da molti anni e il nostro rapporto di lavoro di oltre quindici film mi è molto caro. Abbiamo molti tratti in comune, ad esempio il modo in cui guardiamo ai film. Credo che questo abbia contribuito enormemente alla nostra collaborazione.

 

Thriller, commedie, drammi di finzione e basati su fatti reali (per esempio Spotlight, ultimo premio Oscar per il miglior film): lei ha scritto partiture per un’ampia gamma di generi. Con quale si è sentito più a suo agio e quale invece ha richiesto più lavoro degli altri?

Tutti i film creano un loro mondo in cui esprimere le proprie idee. Mi piace leggere e il lavoro di ricerca per prepararmi prima di comporre è molto importante per me. I film che hanno molto materiale alla fonte (Naked Lunch  Il pasto nudoHugoCrashThe Lord of the Rings – ll Signore degli Anelli ecc.) mi suscitano sempre un interesse particolare, perché ti pongono di fronte la scrittura dettagliata dell’autore del libro e poi la visione di un grande regista.

 

Oltre a tutti i premi che ha ricevuto (tre Oscar, tre Golden Globe e quattro Emmy) qual è la miglior attestazione di eccellenza che ha ricevuto in carriera, che l’ha fatta sentire totalmente soddisfatto?

È un grande onore essere qui a Locarno e accettare il Vision Award Nescens questa settimana. Questo premio è speciale perché è stato creato da pochi anni e assegnato a grandi artisti e creatori di cinema. Sono molto felice di essere in questo gruppo così illustre e talentuoso. 

 

Mattia Bertoldi

Follow us