News from the Locarno Festival
 

Surbiles

Signs of Life

Surbiles

Share:

Tutto accade dal tramonto all’alba, quando gli abitanti dei paesi dell’aspra Sardegna tornano nelle loro case. Anche il cielo sembra tremare e portare l’annuncio di un qualche evento grande e ignoto. Ci sono delle donne che nel sonno lasciano il proprio corpo e fluttuano nelle case altrui per succhiare il sangue ai bambini. Sono le Surbiles, accusate in passato della morte improvvisa dei piccoli. Ci sono anche delle surbiles buone che si contrappongono a quelle cattive e prendono a loro volta forma immateriale per combatterle. Così si racconta. E così filma Giovanni Columbu con un’invenzione assoluta, degna di un moderno Ernesto De Martino, una messa in scena inquieta e inquietante a metà tra inchiesta antropologica e horror etnografico. Già in Su Re (2012) Columbu ci aveva introdotti nella sua particolarissima visione della terra di Sardegna come luogo ruvidamente, dolorosamente ancestrale. Ma con Surbiles arriva al cuore della questione. L’immagine, ciò che crediamo di vedere e di sapere, non è altro che la storia delle innumerevoli apocalissi che giacciono nel passato e che risalgono ogni volta la china per definire le nostre vite e le nostre visioni, pronte a circolare in eterno come una sorta di psicopatologia profonda e incancellabile.

Lorenzo Esposito
Useful links

Follow us