EN IT
News from the Locarno Festival
 

I Pardi di domani protagonisti di Locarno 2020  

Il concorso dedicato ai cortometraggi pronto a sfruttare le potenzialità del web 

Pardi di domani

Share:

 

Locarno 2020 – For the Future of Films sarà anche i Pardi di domani. Un’edizione che guarda al futuro del cinema d’altronde non può che partire dai cortometraggi. Da quegli autori che il cinema stanno iniziando a viverlo e indagarlo nel presente, immaginando che possa diventare il proprio di futuro, e da quegli autori che del linguaggio del cinema hanno scelto proprio il formato breve. Quest’anno più che mai il LocarnoFilm Festival può  insistere sul suo spirito di ricerca e scoperta, nonché di incoraggiamento, e dunque confermare il concorso Pardi di domani. Benché in forma inedita ed eccezionale i giovani autori avranno modo di essere notati, scelti e visti, muovendo dunque quei passi indispensabili in direzione del loro futuro. In palio, come ogni anno, i quattro Pardini principali ed altri premi secondari. 


La Direttrice artistica del Locarno Film Festival, Lili Hinstin: “Abbiamo ritenuto che il Festival fosse in grado di apportare qualcosa di concreto e importante in quel laboratorio creativo straordinario che è il formato breve e, nello spirito di utopia proprio di Locarno, abbiamo scelto di tornare al concetto originale di Internet quale spazio di condivisione del sapere senza confini e senza gerarchie. Con il concorso dei Pardi di domani online tenteremo, insieme ai registi, di vivere un’esperienza unica e particolare nella storia del Festival. In un momento in cui è impossibile tracciare il panorama ideale abbiamo deciso di esporci al fianco degli autori proponendo un piano alternativo con cui offrire loro una visibilità internazionale. Chiaramente essendo una proposta inedita, nata in corso d’opera a causa dell’emergenza sanitaria, siamo consapevoli che alcuni autori potrebbero non condividerla, preferendo far percorrere altre strade ai propri film. Qualora li avessero iscritti al nostro concorso nelle scorse settimane garantiamo la massima tutela e il rimborso delle spese”


I Pardini online 
Agili e veloci, i Pardi di domani di Locarno 2020 cercheranno di sfruttare il potenziale del web vivendo per la prima e unica volta il loro debutto online. Il formato breve, lo stravolgimento delle logiche dell’industria del cinema in questo contesto di crisi, la garanzia da parte di altri importanti festival di considerare comunque i film presentati a Locarno e infine la certezza di essere in grado promuovere gli autori selezionati in modo da esser loro utili: questo ha spinto il Festival a decidere di mantenere il concorso dei Pardi di domani, ospitandolo per ovvie ragioni online. Forti dunque della riflessione portata avanti con i vari protagonisti dell’industria e sicuri di muoversi in una direzione che tuteli le opere, i cortometraggi potranno trovare nel web il proprio luogo specifico per incontrare il pubblico, innescare riflessioni, itinerari tra un film e l’altro e fare di quest’anno così particolare un’opportunità. 


Il Comitato di selezione dei Pardi di domani, composto da Tizian Büchi, Liz Harkman, Stefan Ivančić e la portavoce Charlotte Corchète: "Il nostro obiettivo è rendere questa edizione un'esperienza unica per i registi e il pubblico. Proporremo molteplici opportunità, al di là della selezione del concorso, per offrire ad ogni film una piattaforma e un posto nella storia del Festival. Ci auguriamo che questo momento unico ci permetta di raggiungere un pubblico il più ampio possibile all’interno di tutta la comunità cinematografica internazionale".


Il concorso 
Come ogni anno, benché in una veste eccezionale per l’edizione Locarno 2020 – For the Future of Films, il concorso vivrà di un programma di film internazionali e svizzeri selezionati tra quelli che avranno modo di iscriversi fino al prossimo 3 giugno, una settimana oltre la scadenza originaria. I cortometraggi, oltre a una serie di altri premi che saranno annunciati in seguito, si contenderanno i quattro principali riconoscimenti assegnati da una giuria dedicata: 

  • Pardino d’oro Swiss Life per il miglior cortometraggio svizzero (10’000 CHF); 
  • Pardino d’oro SRG SSR per il miglior cortometraggio internazionale (10'000 CHF); 
  • Pardino d’argento Swiss Life per un cortometraggio svizzero (5’000 CHF); 
  • Pardino d’argento SRG SSR per un cortometraggio internazionale (5’000 CHF) 

Il pubblico 
Tutti i cortometraggi in concorso saranno visibili gratuitamente tra il 5 e il 15 agosto 2020 su una piattaforma accessibile in tutto il mondo, senza vincoli geografici, al fine di poter raggiungere un pubblico il più ampio possibile. In totale per ogni cortometraggio saranno garantiti un massimo di 1590 spettatori online, pari al numero di spettatori fisici che ogni anno, a Locarno, può assistere alle proiezioni dedicate ai cortometraggi. I Pardi di domani saranno presentati in una cornice di contenuti ulteriori quali conversazioni con gli autori e altre iniziative in fase di definizione. Il Festival inoltre sta lavorando insieme ai propri partner per una possibile circuitazione dei film nelle sale svizzere nel corso dei mesi successivi a Locarno 2020.
In linea con lo spirito di questa particolare edizione online, Il Festival invita tutti i registi a condividere i film selezionati con il pubblico internazionale. I film selezionati per il concorso svizzero avranno comunque, se necessario, l’opzione di limitare le visualizzazioni alla Svizzera.

Il progetto Pardi di domani, è realizzato con anche grazie al supporto di Swiss Life e SRG SSR, che hanno voluto rimanere accanto agli autori dei cortometraggi  anche durante Locarno 2020 – For the Future of Films. 

Qui maggiori dettagli e tutte le informazioni riguardanti l’iscrizione dei corti al concorso.

 

Follow us