News from the Locarno Festival
 

Keeper - L’adolescenza non è una parata

Keeper - Guillaume Senez

Share:

Il tempo della spensieratezza e della scoperta della sessualità. Soltanto un lampo iniziale, perché subito, con la notizia di una gravidanza a sorpresa, scatta quella trappola delle responsabilità che inizia a togliere spazi e tempi all’adolescenza, finendo per asfissiare i sogni cullati nell’ingenuità dei propri 15 anni.

Segue questo ticchettio implacabile il piano inclinato su cui scivola Keeper, il film del regista franco-belga Guillaume Senez che vede il ritorno in un ruolo da protagonista di Kacey Mottet Klein, lanciato come spalla di Léa Seydoux nel 2012 da Ursula Meier nella pellicola Sister. Questa volta, da promettente portiere di una squadra di calcio, divide con Galatea Bellugi scena e passioni, condensate nell’arco di nove mesi. Quella sorta di conto alla rovescia esistenziale che costringe una coppia di ragazzi appena usciti dall’infanzia al confronto quotidiano con bivi e dilemmi imposti da una gravidanza prematura.

Un travaglio che nel film, braccando quegli spazi dove l’imprudenza cozza contro il lento montare di ansie e preoccupazioni, s’incide sui loro volti e sul saliscendi dei loro stati d’animo. Ed è come un muoversi sul posto, nel perimetro di un’intimità che proprio per la giovane età dei protagonisti si sfrangia per le inevitabili invasioni del mondo adulto. Con quel futuro che diventa un gioco in difesa per parate ancor più difficili di quelle su un campo da calcio. 

Lorenzo Buccella
Useful links

More info

Jobs
Contacts

Follow us