News from the Locarno Festival
 

Le bois dont les rêves sont faits – La foresta della civiltà

Le bois dont les rêves sont faits – Claire Simon

Share:

Secondo la vulgata la piazza è il luogo della polis, mentre il bosco è lo spazio del disordine, dell’incoerenza, del barbaro. Claire Simon ci mostra come nel secondo millennio i rapporti si siano rovesciati. Dopo aver immerso i suoi personaggi in quella megalopoli incoerente della Gare du Nord, luogo di transito e di scontro, è nel Bois de Vincennes che la regista francese trova la dimensione ideale per fornirci la più bella rappresentazione di una società moderna.

Il suo film è bagnato in un’atmosfera di grazia e riesce a passare con estrema leggerezza dalla modalità descrittiva a una più introspettiva, allargando ogni volta il campo con improvvise aperture – si veda ad esempio il salto nel ‘68, quando il bosco era diventato una foresta pensante grazie al progetto di università sperimentale diretta da Foucault – o stacchi inattesi – è il caso della carrellata notturna che ci proietta nella faccia più nota del “Bois”. Se il compito di un documentario è quello di proiettare lo spettatore oltre il suo soggetto, il film di Claire Simon coglie nel segno: oltre ad affascinare esso è un prezioso strumento per leggere con occhi diversi quella civiltà che troppo spesso diamo per perduta.

Carlo Chatrian
Useful links

More info

Jobs
Contacts

Follow us