News from the Locarno Festival
 

L’origine di un’emozione

Che cosa distingue la Settima arte, il cinema, dalle altre sei? Per farlo, per "mostrarlo", è necessario passare attraverso un sistema di lenti – siano esse di una cinepresa o di un proiettore – che a nulla servirebbe se non fosse alimentato dalla corrente elettrica. Le arti scaturiscono dalle emozioni umane, ma quando si parla di medium è la tecnologia a entrare in campo.

La cabina di proiezione di Piazza Grande – un cubo color nero che avrete visto in decine di foto, se non sui giornali perlomeno sui media sociali - è una delle tante infrastrutture del Festival del film Locarno alimentate dall'energia elettrica garantita dall'Azienda Elettrica Ticinese (AET). Una collaborazione instaurata nel 2002 che ha portato l'azienda a divenire uno degli sponsor principali della kermesse – di nome e di fatto.

Lo slogan scelto per celebrare questa unione nel corso di questa 68esima edizione è inoltre uno dei più azzeccati, nel marasma di locandine, manifesti e cartelloni pubblicitari che affollano le strade della Città Vecchia e gli spazi circostanti i luoghi di proiezione. "Insieme, l'energia diventa emozione": un processo di trasformazione che genera applausi, sospiri, grida di spavento. In attesa di quella persona, perché una c'è sempre, che a metà del film si volta verso la finestrella di proiezione e si chiede da dove arriva tutto questo.

Fateci caso: di solito è un bambino. Il perché, appare evidente.

Mattia Bertoldi
Useful links

More info

Jobs
Contacts

Follow us