Comunicati stampa  ·  28 | 06 | 2022

Locarno Green Project

Il Locarno Film Festival e il suo Palmarès ancora più verdi con il Pardo Verde WWF e il Green Film Fund

Al via con la 75esima edizione del Locarno Film Festival il Locarno Green Project, per sensibilizzare alle pratiche verdi tramite il cinema e le sue narrazioni. Tra le prime iniziative, il Pardo Verde WWF, lanciato insieme alla più grande organizzazione ambientale nel mondo, assegnato all’opera in concorso al Festival che meglio riflette una tematica ecologica, offrendo al pubblico interpretazioni nuove e stimolanti, che ispirano il cambiamento, e il Green Film Fund, un fondo per sostenere i film che affrontano questioni ambientali e raccontano di pratiche lungimiranti.

Content language:

EN

IT

DE

FR

Un nuovo colore si aggiunge alla palette giallonera del Locarno Film Festival: il verde. Verde come l’impegno verso l’ambiente, che la manifestazione ha intrapreso convertendosi a Climate Neutral Event nel 2010 e impegnandosi a raggiungere una selezione di obiettivi sostenibili definiti dalle Nazioni Unite. Verde anche come tutte le azioni introdotte per sensibilizzare il pubblico, dalla promozione della mobilità intelligente, a quella del riciclaggio, fino alla redazione, dal 2021, di un rapporto di sostenibilità annuale.

Il 2022, oltre a coincidere con il 75esimo anniversario della manifestazione, segna un importante passo in questa direzione, grazie allo sviluppo del Locarno Green Project, un piano articolato di iniziative volte a promuovere i film che nella loro narrazione affrontano questioni ambientali proponendo pratiche produttive lungimiranti: le prime a prendere il via saranno il Pardo Verde WWF e il Green Film Fund.

Raphaël Brunschwig, Managing Director del Locarno Film Festival: “Con il Locarno Green Project si apre un nuovo capitolo nella storia del Locarno Film Festival, da sempre attento alle istanze del suo tempo. La sostenibilità è una riflessione centrale per la società contemporanea, che proprio in questo momento ha bisogno di un ribaltamento di pensiero e di nuovi strumenti per affrontare al meglio il futuro. Un evento culturale come Locarno può quindi offrirsi come generatore, promotore e diffusore di una nuova prospettiva, incentivando opere e autori che lavorano nel rispetto dell’ecosistema e che creano nuove narrazioni capaci di sensibilizzare il pubblico.”

Un nuovo Pardo e un nuovo colore nel Palmarès

Un riconoscimento speciale, in collaborazione con WWF, andrà poi a nutrire il Palmarès del Festival già da quest’anno: il Pardo Verde WWF, il premio che mira a individuare il film che meglio riflette la tematica ambientale tra tutte le sezioni competitive del Festival, offrendo al pubblico interpretazioni nuove e stimolanti. L’inedita statuetta verde, che verrà consegnata durante la cerimonia di premiazione dal direttore generale di WWF Svizzera Thomas Vellacott, sarà protagonista a Locarno75 e nel futuro della manifestazione, e permetterà di veicolare in modi nuovi il messaggio sostenibile del Festival, nella convinzione che anche gli eventi culturali possano incidere in maniera tangibile nel cambiare la società e i comportamenti quotidiani.

Thomas Vellacott, direttore generale di WWF Svizzera: “Da anni il mondo dello spettacolo si sta avvicinando alle tematiche ambientali. Tanti sono le attrici e gli attori che sostengono il WWF. Registi, documentaristi, volti noti del grande e del piccolo schermo: il loro lavoro è essenziale e significativo per sensibilizzare ed ispirare l’opinione pubblica. Quindi per noi è un onore essere madrine e padrini del premio Pardo Verde WWF. Essere coiniziatori del Locarno Green Project ci permette di sostenere tutti quei professionisti e quelle professioniste del mondo del cinema, che hanno scelto produzioni e tematiche che tutelano l’ambiente.”

I fondi tematici: la nuova strada per il cambiamento

L’esperienza positiva di The Films After Tomorrow, sezione competitiva creata per l’edizione 2020 del Festival e che ha fatto di Locarno un vero e proprio finanziatore di progetti cinematografici, ha aperto una nuova fase per la manifestazione, diventata sempre più attiva nella produzione e creazione di contenuti. Uno degli strumenti dimostratosi più efficace e in linea con la sua missione, quello dei fondi tematici, verrà così incrementato nei prossimi anni, nell’ottica di rafforzare la posizione del Festival come catalizzatore di cambiamento e di riflessioni sul futuro del cinema.

Su questa scia, il Locarno Green Project includerà già un innovativo fondo tematico per la creatività e la sensibilizzazione ambientale, il Green Film Fund, attualmente in fase di sviluppo in vista del suo lancio previsto per il 2023: ogni anno verranno selezionati dei progetti cinematografici che propongano una profonda riflessione critica su un’ampia gamma di temi verdi; opere che, tramite la loro qualità artistica e l’unicità della visione registica, favoriscano la consapevolezza ambientale, con un impatto concreto sulla società.

Rimanete aggiornati su Locarno75 e le iniziative green del Festival qui.

Rapporto annuale

La sostenibilità nelle sue tre dimensioni - sociale, economica ed ecologica - sta diventando un tema sempre più centrale. Per il Locarno Film Festival questi aspetti si legano intimamente alle sue ragioni intrinseche e trovano espressione in numerosi contesti. È anche per mostrare come un investimento nel Locarno Film Festival sia di fatto un investimento nella collettività, che dal 2022 viene redatto un rapporto annuale che riunisce, in un unico documento, il rapporto delle attività svolte durante l’anno a Locarno e nel mondo, on-site e online, il rapporto di sostenibilità, redatto seguendo lo standard Global Reporting Initiative (GRI) e il rapporto economico della manifestazione, redatto secondo standard Swiss GAAP FER. L’obiettivo è di presentare agli stakeholder del Festival i risultati ottenuti e le principali attività realizzate durante l’anno, stabilendo un dialogo trasparente con tutte le parti coinvolte.