Comunicati stampa  ·  03 | 05 | 2022

Modifica della legge sul cinema

Content language:

EN

IT

DE

FR

Il Locarno Film Festival ritiene corretto e opportuno che tutti i protagonisti e le protagoniste del settore che operano sul territorio elvetico reinvestano in egual misura una parte dei loro ricavi nella produzione audiovisiva del paese. Il nostro Festival è da sempre un territorio di sperimentazione e di riflessione sul cinema. Per questo i suoi confini si sono aperti, sin dalla sua fondazione nel 1946, alle varie forme di fruizione dei film e in tempi recenti ai rinnovati linguaggi dell’audiovisivo e alle nuove forme espressive delle immagini in movimento, come quelle offerte dalle piattaforme di streaming.
Questa consapevolezza e apertura non esclude e non escluderà mai, a nostro modo di vedere, la centralità della sala cinematografica e il sostegno alla produzione cinematografica e audiovisiva nazionale. Quale manifestazione cinematografica tra le più importanti in Europa e nel mondo, il Festival opera pure per rafforzare la cultura e il cinema svizzero, per incentivarne la diversità e ricchezza, la qualità, e la centralità anche nell’ambito delle coproduzioni senza escludere apertura e possibili collaborazioni con i partner internazionali emergenti.

Di conseguenza il Locarno Film Festival sostiene pienamente la nuova Legge sul Cinema così come proposta da Governo e Parlamento.